Lun. Ago 2nd, 2021

Il parco dei Laghi Spada d’ora in poi sarà pienamente a disposizione dei tifernati per il tempo libero e per la promozione dei giochi tradizionali

“Si chiude finalmente il cerchio della riqualificazione del parco dei Laghi Spada, un sito di interesse comunitario e quindi di particolare pregio, che da oggi sarà pienamente a disposizione dei tifernati per trascorrere il tempo libero a contatto con la natura nel magnifico scenario dell’asta del Tevere e per coltivare la passione per i giochi e gli sport tradizionali, che sono espressione delle radici della nostra comunità”.

E’ così che l’assessore allo Sport Massimo Massetti ha salutato stamattina la cerimonia di inaugurazione ufficiale dell’intervento di conservazione e valorizzazione della zona umida dei Laghi Spada curato dall’AFOR, proprietaria dell’area, su finanziamento della Regione con il Programma P.O.R. – F.E.S.R. 2007/2013. I lavori hanno consentito la sistemazione dell’area naturalistica e la riqualificazione funzionale dell’edificio esistente, che, insieme al ruzzolodromo, sono stati affidati al Comune e quindi, tramite procedura a evidenza pubblica, alla gestione quinquennale in sub comodato da parte dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Uisp Castello. Il taglio del nastro è avvenuto simbolicamente alla vigilia della 35^ edizione del Campionato Nazionale di Rulletto Individuale che l’Uisp organizzerà a Città di Castello domani, domenica 20 giugno, con la partecipazione di circa 80 iscritti lungo i tracciati di Piosina. “Un traguardo davvero importante – ha osservato l’amministratore unico di AFOR Manuel Maraghelli – che tagliamo oggi dopo circa dieci anni e che ci permetterà di valorizzare compiutamente le potenzialità naturalistiche, sportive e turistiche di un luogo che custodisce un importante patrimonio in termini di biodiversità floro-faunistica ed è attrezzato per ospitare famiglie e attività legate ai giochi tradizionali”.

Alla cerimonia ha preso parte anche il presidente del comitato Coni Umbria Domenico Ignozza, che si è detto “particolarmente felice che la ripartenza dello sport nella nostra regione passi anche attraverso il contributo le discipline tradizionali”. “A Città di Castello si fa tanto sport e la mia presenza continua negli ultimi giorni sta a testimoniare come questa comunità sia simbolo della ripresa dell’intero movimento regionale dopo la fase acuta dell’emergenza da Covid-19, con la capacità di eccellere sempre, anche nei giochi tradizionali, che sono lo specchio della nostra cultura e delle nostre radici”, ha detto Ignozza. A benedire l’inaugurazione sono stati padre Giuseppe Renda e fra Gianfranco Rella, mentre a tagliare il nastro è stato il decano delle discipline tradizionali Gino Bellucci, presidente onorario e fondatore dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Uisp Castello A.S.D, al quale il presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Uisp Castello Valter Carletti ha consegnato insieme all’assessore Massetti una targa commemorativa dello straordinario percorso sportivo di cui è stato protagonista nel territorio. “Per noi la giornata di oggi è veramente importante, perché coroniamo un percorso sociale e sportivo legato da decenni a questo luogo, che ora avremo l’opportunità di gestire per renderlo fruibile dal punto di vista ricreativo da parte dei cittadini e per sviluppare un’attività di promozione dei giochi tradizionali che portiamo avanti da circa 40 anni”, ha commentato Carletti, alla presenza della segretaria generale dell’Uisp dell’Umbria Chiara Rossetti, del responsabile delle attività del comitato Altotevere dell’Uisp Stefano Moscetti e del segretario generale altotiberino Pasquale Fagiani.

Alla cerimonia hanno preso parte anche il vice sindaco Luca Secondi, il consigliere regionale Valerio Mancini, i consiglieri comunali Cesare Sassolini, Luigi Bartolini e Filippo Schiattelli, il presidente di Confindustria Alto Tevere Raoul Ranieri. Il parco naturale dei Laghi Spada è stato concesso in sub-comodato dal Comune all’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Uisp Castello a seguito di un bando pubblico, dopo che l’area era stata affidata all’ente dall’AFOR. La concessione consentirà di perseguire gli obiettivi di conservazione e valorizzazione della zona umida dei Laghi Spada, ma anche di dare impulso alla pratica e alla conoscenza dei giochi tradizionali, soprattutto guardando ai giovani delle scuole. Grazie alla disponibilità di un percorso per i giochi tradizionali di due chilometri, illuminato per metà anche al fine di consentire eventi notturni, sarà sviluppata l’attività sportiva legata alla ruzzola, al rulletto e al lancio del formaggio, che l’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Uisp Castello A.S.D promuove con il patrocinio della Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali. La gestione comporterà lo svolgimento di una serie di prestazioni ed interventi volti ad assicurare la funzionalità e la fruibilità dell’area, compresi la cura generale, la custodia e la pulizia, valorizzando anche a fini sociali l’edificio polifunzionale, dove sono stati realizzati servizi igienici, una cucina e uno spogliatoio.

Commenti