Dom. Giu 20th, 2021

Colombo (Castello Cambia) “accogliamo con favore la nota del PSI di Città di Castello, con la quale si evidenzia l’impegno a lavorare senza veti e con determinazione per una colazione larga del centrosinistra”

“Di fronte a cambiamenti sociali ed economici che la pandemia ha fortemente acuito, tutti siamo chiamati ad uno sforzo di innovazione analitica e comportamentale. Gli effetti sanitari, sociali, occupazionali e di tenuta della coesione comunitaria in Umbria sono stati più negativi che altrove, anche per effetto del progressivo smantellamento della rete territoriale della salute a favore di un privatismo sanitario che ha come obbiettivo il profitto e non la salute come diritto.
Castello Cambia ha avviato da mesi i lavori del Coordinamento per il cambiamento con M5S, Europa Verde e La Sinistra, e dato vita ad una serie di positive consultazioni e discussioni con le altre forze del centrosinistra, con associazioni e movimenti, e in tutti gli incontri questa consapevolezza di cambiamento è emersa.

La Coalizione larga che sta prendendo forma è caratterizzata da questo tentativo onesto di capire come dare risposte ai bisogni emergenti e sostegno alle persone e alle famiglie, soprattutto a quelle in difficoltà. Nel rispetto delle storie e delle culture di ciascuna forza politica o movimento, e mantenendo le naturali e positive differenze all’interno di un percorso comune, crediamo che occorra guardare avanti per costruire un progetto innovativo all’altezza delle sfide di questo presente.

Per questo Castello Cambia valuta positivamente la nota emessa ieri dal Partito Socialista di Città di Castello, con la quale si evidenzia l’impegno a lavorare senza veti e con determinazione per una colazione larga del centrosinistra, unica condizione per competere elettoralmente, per non consegnare alla destra anche la quarta città dell’Umbria e per far ripartire speranze e amministrazioni pubbliche che valorizzino economie sane e buona occupazione, fondata sul rispetto della natura e sulla centralità delle persone. Riteniamo ciò possibile, se, senza tentativi di imposizione, prevarrà un confronto leale nel merito delle proposte, con una competizione salutare anche all’interno della Coalizione dei progressisti, sapendo che alla fine, in democrazia, restano comunque sempre i cittadini, con il loro voto, a scegliere le proposte più convincenti, a determinare chi dovrà governare e sulla base di quali priorità. Siamo consapevoli delle difficoltà, ma anche delle responsabilità che un movimento come Castello Cambia è chiamato ad assumersi perché le battaglie di questi anni divengano la linfa delle proposte in grado di affrontare la complessa situazione che la nostra comunità sta affrontando.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *