Lun. Mag 10th, 2021

Pallavolo serie B/M: Città di Castello seconda in classifica: ai play off contro la Bontempi Ancona

Job Italia, bella, vincente e seconda in classifica: il recupero contro Bellaria, alla quale i biancorossi rendono il 3-1 subito all’andata, regala a Marra (88% in ricezione e difese da altra categoria) e compagni il posto d’onore e la sfida alla Bontempi Ancona del grande ex Leondino Giombini nei play off con la bella al Pala Ioan.

Bellaria parte subito avanti col servizio di Tosi Brandi (1-3) e con alcuni errori in attacco della Job Italia (2-5), due muri di fila di Cipriani e Zangarelli consentono l’aggancio (5-5). Kessler e Morichelli riportano sopra i romagnoli (7-9) che soffrono però in ricezione (10-10). Valenti ferma l’opposto ospite a muro (15-13) e Bellaria chiede time out ma al rientro Marra è piazzato alla grande per la difesa che consente il 16-13 di Fuganti Pedoni. Poi Cipriani sale in cattedra e sigla due muri out per il 19-16 ma la Dinamo c’è e si rimette in carreggiata (19-19). E’ Morichelli in questa fase il terminale offensivo degli ospiti (21-20) che non contengono però Cipriani e il sapiente pallonetto di Fuganti Pedoni (23-20). Il muro di Zangarelli su Kessler chiude il primo set (25-21).

Equilibrio iniziale nel secondo set (4-4), rotto dal primo tempo di Zangarelli e dal muro di Mattei (6-4, time out Bellaria). Sul 7-4 Fortunati avvicenda l’alzatore Cucchi e getta nella mischia Sampaoli poi la partita si ferma per uno scontro nella metà campo ospite: ne fa le spese Pivi che è costretto ad uscire. Fortunati toglie anche Kessler e Morichelli per Evangelisti e Bandieri poi completa la metamorfosi del sestetto gettando nella mischia anche il resto delle seconde linee. I giovani romagnoli hanno un passaggio a vuoto (15-7). Sul 21-12 c’è l’esordio di Tommaso Rovere, classe 2004, proveniente dal vivaio tifernate e spesso aggregato alla prima squadra per tutto l’anno, importante soprattutto in questa fase finale quando le assenze sono state tante. Un errore di Evangelisti pone fine al secondo set (25-12). 

Ovviamente nel terzo set l’allenatore ospite rimette in campo i titolari, tranne l’acciaccato Pivi e Ciandrini, perché una sconfitta per 3-0 o 3-1 eliminerebbe Bellaria a favore di Foligno. L’avvio è di marca tifernate (3-0), Morichelli e Kessler non ci stanno (4-4). La Dinamo si porta sull’8-10, sono Fuganti Pedoni e la pipe di Cipriani a fermare un possibile allungo ospite (11-10). Zangarelli schianta a terra la sette del 13-11 ma è ancora Kessler a farsi sentire in attacco (13-13). Poi Morichelli tira forte per il 13-15 ed allora Bartolini chiama time out per il primo, vero momento di difficoltà dei biancorossi. Con Bellaria va avanti di quattro (15-19) Marco Bartolini è costretto ad una nuova interruzione. Al rientro Cipriani e un errore di Bandieri consentono un break di due punti (17-19 e time out Fortunati) poi però Bellaria ha un nuovo allungo (17-22), favorito anche da qualche errore di troppo dei biancorossi. Il set è segnato, la partita è riaperta dall’errore in attacco di Fuganti Pedoni (17-25).

Il quarto set inizia con uno 0-2, subito rimontato (3-2) anche se Morichelli continua a martellare, soprattutto dalla seconda linea. Fortunati ferma il gioco sul 5-3: sono un paio di errori che rimettono in corsa Bellaria (6-6). Sorpassi e controsorpassi (9-8 e 10-11) contraddistinguono questa fase del set nel quale le due compagini si danno battaglia: del resto non può che essere così, perché la posta in palio è alta, soprattutto per i romagnoli. Cipriani ferma Kessler per il 17-14 poi Zangarelli inchioda Kessler su palla scontata (21-17, time out Bellaria). L’ace di Fuganti Pedoni regala sei palle match alla Job Italia che chiude alla seconda con Fuganti Pedoni ed elimina Bellaria. 

3-1

(25-21/25-12/17-25/25-19)

JOB ITALIA CITTA’DI CASTELLO: Mattei 2, Fuganti Pedoni 23, Valenti 10, Cipriani 16, Raffanti 7, Zangarelli 11, Marra (L), Cioffi, Cherubini, Rovere, Briganti. A disp.: Volpi. All. Marco Bartolini.

DINAMO BELLARIA: Cucchi 1, Morichelli 18, Kessler 9, Ciandrini, Tosi Brandi 6, Pivi 2, Maggioli (L), Spiga (L2), Evangelisti 1, Bandieri 2, Sampaoli M., Sampaoli N. 6. All. Fortunati.

Arbitri: D’Amico e Adamo

Note: Città di Castello (b.v. 5, b.s. 15, muri 11, errori 14), Bellaria (b.v. 6, b.s. 9, muri 5, errori 13)

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: