Dom. Mag 9th, 2021

Covid-19: Bacchetta “Ieri quattro nuovi positivi e nessun guarito: i dati non spostano le percentuali di contagio in discesa a Città di Castello”

“I dati di ieri comunicati dall’Usl Umbria 1 ci parlano di quattro nuovi postivi e di nessun guarito”. Lo rende noto il sindaco Luciano Bacchetta, osservando che “i numeri molto contenuti non spostano le percentuali attuali, caratterizzate dal notevole abbassamento della quota di persone positive al Covid-19 nel nostro territorio comunale, e quindi non destano particolare allarme”. “Certamente – ha puntualizzato il primo cittadino – in vista delle riaperture previste per il 26 aprile diventa fondamentale mantenere numeri molto bassi di contagio e in costante discesa, perché le decisioni si baseranno sul riscontro di una situazione epidemiologica in via di miglioramento che nel corso dell’ultimo mese abbiamo certamente avuto a Città di Castello”. Bacchetta ha quindi sottolineato con soddisfazione la ripresa dell’attività didattica in presenza nelle scuole, in particolari negli istituti superiori, “dove i ragazzi hanno vissuto un anno molto difficile, con tanti mesi di lezione a distanza a scapito della socialità, dei rapporti interpersonali e di una crescita culturale che a quell’età ci deve essere”. “Il ritorno in classe degli studenti va letto in termini positivi, ma va calato nel contesto del controllo della situazione pandemica, perché una impennata di nuovi casi potrebbe determinare alcune difficoltà”, ha ammonito il sindaco, che ha ribadito la “fiducia nel lavoro dei dirigenti scolastici, del personale docente e non docente, che è stato encomiabile”. “Sono sicuro che all’interno delle scuole non si verificheranno particolari fenomeni di ritorno della pandemia, ma sarà importante monitorare il contesto complessivo, quindi anche i momenti fuori dalle aule, a cominciare dai trasporti scolastici, dove è necessario un serio e rigoroso rispetto delle prescrizioni”, ha sottolineato Bacchetta. Il sindaco ha quindi fatto di nuovo riferimento alla campagna di vaccinazione per sostenere che “sarà fondamentale portare a regime i centri vaccinali del nostro territorio comunale, il Cva di Trestina e la palestra dell’istituto Ippolito Salviani”. “Dalla Regione arrivano buone notizie, sembra che saranno sempre più numerose e costanti le disponibilità dei sieri anti Covid-19”, ha evidenziato Bacchetta, aggiungendo: “questo è il segnale importante che attendevamo, perché è fondamentale assicurare una efficace vaccinazione di massa che permetta di eliminare anche dal nostro territorio comunale il Covid-19”. In chiusura, il primo cittadino richiama l’attenzione sulla “dura battaglia per vedere riconosciuto il proprio ruolo nella quale sono impegnate la cosiddette case di riposo dell’Umbria, tra cui la nostra Asp Muzi Betti”. “Da diversi mesi sono bloccati i nuovi ingressi di ospiti e questo determina difficoltà anche in termini economici, per cui la Muzi Betti e le altre strutture stanno facendo fronte comune rispetto alla Regione per avanzare una serie di richieste che l’amministrazione comunale di Città di Castello appoggerà”, ha chiarito Bacchetta.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: