Dom. Giu 20th, 2021

Espletate al Palazzetto dello Sport Andrea Joan le prove scritte del concorso per dirigente Area Sociale del comune di Città di Castello

Si è svolta questa mattina (martedì 20 aprile) presso il Palazzetto dello Sport Andrea Joan di Città di Castello la seconda prova scritta del concorso per dirigente dell’Area Sociale del comune tifernate. “Rispetto alle domande presentate, i candidati effettivi sono stati molto meno, meno di 10 a fronte di 40” dichiara l’assessore al Personale Luciana Bassini, sottolineando come “il rispetto delle norme anticovid e lo svolgimento del concorso in sicurezza siano stati l’imperativo di tutta l’organizzazione. Alla fine chi ha deciso di partecipare a questo reclutamento è stata una percentuale molto più bassa di quanto ci aspettavamo.

La circostanza ha determinato una semplificazione delle procedure di vigilanza e anche di controllo sul rispetto delle normative Anticovid e una riduzione dei tempi. Tuttavia le prove sia ieri che oggi si sono svolte regolarmente e sulla base del giudizio della commissione si procederà alle prove orali”. La commissione giudicatrice del concorso pubblico per esami per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di un posto di Dirigente Area Sociale è composta dal presidente Raoul Giuseppe Luigi Caldarelli, dirigente del Settore Sociale, Cultura e Turismo del Comune di Gubbio; Amedeo Di Filippo, dirigente dei Servizi Educativi e Scolastici del Comune di Perugia; Stefania Nichinonni, dirigente della Direzione Ambiente e Turismo del Comune di Spoleto.

La procedura selettiva si è articolata in due prove scritte ed in una prova orale sulle materie di Nozioni di diritto costituzionale ed amministrativo; Ordinamento delle Autonomie Locali e del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Contrattualistica pubblica, Anticorruzione, disciplina dei Servizi educativi e sociali, privacy e amministrazione digitale, accesso e promozione in materia di servizi bibliotecari e museali; beni culturali e sport.

“Non è stato il primo concorso, ricordiamo quelli per l’area tecnica che ha portato a tre nuove figure apicali, la recente selezione per dirigente a tempo determinato per il settore dell’Innovazione digitale – conclude la Bassini – e non sarà l’ultimo. In programma c’è il reclutamento generale per prove scritte ed orali di cinque collaboratori amministrativi. In questi anni i pensionamenti sono stati molto frequenti ed accelerati in alcuni casi, per cui ricostituire e integrare le professionalità e le figure uscite dalla struttura diventa prioritario per garantire efficienza e quantità dei servizi erogati. Anche se la pandemia ha rallentato e quindi dettato le regole dei concorsi, il Comune di Città di Castello, ha deciso di non lasciarsi fermare e di portare a termine la riorganizzazione della macchina comunale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *