Dom. Giu 20th, 2021

San Giustino: Crescere “Plastic free”, borracce d’acciaio distribuite agli studenti. L’iniziativa del Comune porta in classe un piccolo riccio per riflettere sulla tutela dell’ambiente

Meno plastica e più rispetto per l’ambiente. E’ iniziata questa settimana la consegna delle borracce agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutto il Comune di San Giustino.
Il progetto, che rientra tra le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale in seguito all’adesione alla campagna “Plastic free”, vede la preziosa collaborazione della Sezione Soci Coop Centro Italia Alta Valle del Tevere e coinvolge i due Istituti scolastici del territorio.


L’obiettivo dell’iniziativa, programmata per il 2020 ma slittata di qualche mese a causa della pandemia, è quello di promuovere l’utilizzo dell’acqua di rete e di costruire una coscienza ambientale nei cittadini più giovani.
Circa 900 bambini e ragazzi riceveranno una borraccia in acciaio da 500 ml personalizzabile. Sulla borraccia, oltre al logo del Comune, un piccolo riccio di nome Giustino (#iosonogiustino) che sarà il simbolo di tutte le iniziative promosse dall’Amministrazione sangiustinese a tutela dell’ambiente.
Lo stesso riccio Giustino sarà inoltre il protagonista di un breve video che, di volta in volta, accompagnerà la consegna delle borracce e che avrà il compito di far riflettere i ragazzi sull’importante tema della riduzione dell’utilizzo della plastica usa e getta a favore di materiali lavabili e riutilizzabili, ma anche su altri temi importanti quali la raccolta differenziata e la tutela dell’ambiente.


“Le borracce non sono solo un dono – dichiara l’assessore all’Ambiente Elisa Mancini – ma un simbolo di un consumo responsabile delle risorse del nostro pianeta e un modo concreto per educare alla sostenibilità nella vita di tutti i giorni”.
“Anche in questo periodo di pandemia – continua la presidente della Commissione Urbanistica Sara Marzà – intendiamo portare avanti iniziative ed azioni concrete per stimolare e supportare buone abitudini, unite a gesti quotidiani individuali e collettivi a tutela dell’ambiente”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *