Dom. Giu 20th, 2021

Covid-19, dichiarazione del vice sindaco Luca Secondi: “Ieri zero nuovi positivi e un guarito, dati di buon auspicio, nulla più. Fondamentale che la campagna di vaccinazione si svolga nel modo più rapido”

“I dati di ieri trasmessi dall’Usl Umbria 1 ci parlano di zero casi di positività e di un caso di guarigione, riscontri numerici che registriamo come buon auspicio, nulla più, perché sono evidentemente commisurati al numero più basso di tamponi effettuati”. E’ quanto ha dichiarato stamattina il vice sindaco Luca Secondi nell’aggiornare la situazione dell’emergenza da Covid-19 a Città di Castello.

“L’attenzione generale è sull’andamento della vaccinazione e quindi riteniamo importante fare la nostra parte per contribuire alla necessaria consapevolezza da parte dei tifernati di come si svolgeranno le operazioni che sono prerogativa dell’Usl Umbria 1 e della Regione, non certo del Comune che svolge un ruolo di supporto e collaborazione”, ha sottolineato Secondi, nel dare conto delle ultime disposizioni del commissario straordinario per l’emergenza da Covid-19 generale Francesco Paolo Figliuolo, recepite a livello regionale e territoriale.

“Le categorie che hanno diritto di prenotazione sono gli over 80, i soggetti estremamente vulnerabili, i familiari conviventi, i caregiver, i genitori, tutori o affidatari e il personale sanitario e socio-sanitario – ha spiegato Secondi – mentre i cittadini di età compresa tra 70 e 79 anni dovranno rivolgersi ai medici di medicina generale”. “Invitiamo pertanto i tifernati a rispettare le indicazioni, nell’auspicio che la campagna di vaccinazione possa completarsi più rapidamente possibile e che si possa tornare a considerare normali gesti come strette di mano e abbracci, oggi praticamente scomparsi dalla quotidianità dei nostri rapporti”, ha aggiunto il vice sindaco.

“Domani sarà una nuova giornata importante per il mondo della scuola – ha evidenziato Secondi insieme all’assessore competente Rossella Cestini – perché si amplierà ulteriormente la platea degli studenti che potranno tornare in classe, con la ripresa delle lezioni in presenza al 50 per cento nelle scuole secondarie di secondo grado per circa 1.200 ragazzi”. “Il ritorno in aula degli studenti delle superiori è un segnale veramente significativo nella prospettiva del superamento dell’emergenza”, hanno sostenuto vice sindaco e assessore, nel rivolgere auspici di buon lavoro a tutti i giovani, ai dirigenti scolastici, al personale docente e non docente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *