Gio. Apr 15th, 2021

Compra a Città di Castello. La Lega propone un centro commerciale online per incentivare il commercio locale

Si chiama “Compra a Città di Castello” ed è la nuova proposta che la Lega, tramite il consigliere comunale Giorgio Baglioni, ha protocollato in questi giorni e proporrà alla prossima assise utile. Nel dettaglio si tratta di una piattaforma on line che ha l’obiettivo di incentivare le vendite delle attività tifernati, grazie alla creazione di un centro commerciale online, all’interno del quale gli imprenditori possono vendere i loro prodotti.

“L’emergenza sanitaria – spiega Baglioni  – ha avuto un impatto importante sulle abitudini di acquisto degli italiani. In particolare, durante il lockdown, molti consumatori si sono affidati per la prima volta all’e-commerce, mentre altri hanno iniziato ad usarlo con più frequenza, anche per acquisti diversi dal solito, come per i prodotti alimentari, per la casa o la cura della persona. Secondo recenti studi, il 35,4% dei consumatori ha acquistato sul web prodotti che generalmente comprava in negozio e questa percentuale, già aumentata dell’1,8% dopo il primo lockdown, fa registrare continui incrementi mese dopo mese. 

Molte piccole imprese hanno deciso di proporre online prodotti e servizi ma, nonostante i buoni risultati, non sono mancati gli ostacoli, tra cui i costi di gestione elevati (32%), la carenza di competenze specifiche e anche difficoltà nella gestione della catena logistica. Da qui la nostra proposta, che cavalca la stessa linea presentata dalla Lega ad Orvieto, con il consigliere Andrea Sacripanti: realizzare il progetto “Compra a Città di Castello”, con una piattaforma online che aiuti ad incentivare le vendite degli imprenditori tifernati, confidando in un utile maggiore rispetto a tutte le misure restrittive che sono tenuti ad assumere per fronteggiare la pandemia.

Considerata inoltre la funzione di aiuto e supporto alle attività produttive e di rilancio per l’economia del territorio, chiediamo al Comune di Città di Castello di provvedere con proprie risorse alla creazione della piattaforma online senza richiesta di alcun contributo agli imprenditori locali che vorranno partecipare al progetto “Compra a Città di Castello”. Proposte per i cittadini e gli imprenditori locali – conclude l’esponente del Carroccio –  da qui nasce l’azione politica della Lega che alle parole fa sempre seguire i fatti”

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: