Gio. Apr 15th, 2021

Pallavolo serie B/M: In Job Italia Città di Castello, a Foligno sconfitta al Tie Break, un punto che muove la classifica

3-2

(15-25/25-17/25-27/25-19/16-14)

EDOTTOROSSI FOLIGNO: Piumi, Maracchia, Bacca, Testagrossa, Cittadino, Conti L., Grillo (L1) Mancini, Nanni, Beddini, Di Marco, Dumninica, Alessi (L2). All. Piumi.

JOB ITALIA CITTA’ DI CASTELLO: Mattei, Fuganti Pedoni 22, Cipriani 15, Valenti 18, Zangarelli 10, Raffanti 2, Cioffi (L1), Cherubini, Briganti, Cesari (L2), Celestini, Volpi. A disp.: Marra, Pitocchi. All. Bartolini.

Arbitri: Galteri e Bolici

La Job Italia muove ancora la classifica con un punto conquistato al quinto set al Pala Ciccioli di Foligno contro i padroni di casa dell’EdottoRossi. Peccato perché i tifernati di Bartolini erano avanti 1-2 nei parziali e soprattutto 4-7 e 9-11 al quinto set prima di cedere ai vantaggi.

Bella partenza della Job Italia che si porta subito avanti (0-4) e cerca di mantenere il vantaggio fino al 6-10. I biancorossi continuano a macinare gioco (7-13) e volano fino al 10-19: il set è ormai nelle mani dei ragazzi di Bartolini che vanno a vincere nettamente (15-25).

L’EdottoRossi si risveglia in avvio di secondo set e prende subito un buon vantaggio (7-3) e non consentono alla Job Italia di rientrare a contatto (11-7). A metà frazione sono tre le lunghezze da recuperare per i tifernati (14-11), diventano cinque per un nuovo allungo folignate (16-11) che fa da preludio alla fine di un set targato EdottoRossi così come il primo era stato targato Job Italia (25-17).

I padroni di casa riprendono da dove hanno iniziato e piazzano un inziale 10-3 che sembra difficile da rimontare anche se Fuganti Pedoni e compagni provano a tornare ad accorciare le distanze (13-8) per poi arrivare al 16-14 ed agganciare i falchetti a quota 16. C’è un nuovo allungo dei ragazzi di Piumi  che piazzano un 4-1 importante ma non decisivo perché esce fuori il “Vecchio Cuore Biancorosso: rimonta e 25-27 finale.

Nel quarto set il primo allungo è ancora del sestetto di casa (7-5) che poi si porta sul 13-8. Non si fermano Maracchia e compagni che si porytano sul 16-12 e poi rimandano il verdetto al quinto set (25-19).

Il tie break vede la Job Italia avanti all’inizio (4-7) per poi subire il veemente ritorno della squadra di casa (9-9). Altro vantaggio biancorosso (9-11) e immediata riscossa locale (11-11). Il primo match point è dei blu di casa (14-13), annullato da Città di Castello (14-14) poi i folignati chiudono 16-14. 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: