Dom. Apr 18th, 2021

Città di Castello: intesa tra Comune, Provincia di Perugia e fondazione per l’istruzione agraria per la riqualificazione dell’ex convitto Patrizi. Ospiterà l’asilo Cavour e l’attività scolastica dell’istituto secondario


“Abbiamo raggiunto un importante accordo che consentirà di ottenere due importanti obiettivi: riqualificare uno storico immobile alle porte del centro storico come l’ex convitto dell’istituto agrario e dare soluzione alle esigenze di spazi per l’educazione e la didattica dell’asilo Cavour e della scuola Ugo Patrizi”.

Lo annuncia il vice sindaco con delega ai Lavori Pubblici Luca Secondi nel dare notizia dell’approvazione da parte della giunta comunale dell’atto di indirizzo per la costituzione del rapporto d’uso del piano rialzato e del primo piano dell’edificio di via Armando Diaz tra il Comune e la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Città di Castello. “L’intesa – spiega Secondi – prevede che, dopo l’esecuzione dei necessari lavori di miglioramento sismico dell’edificio da parte della Fondazione per l’Istruzione Agraria di Città di Castello, il Comune acquisirà in locazione l’immobile dell’ex convitto per destinare il piano rialzato all’asilo Cavour e mettere a disposizione della Provincia di Perugia il primo piano per le esigenze didattiche dell’Istituto Patrizi”.

Il vice sindaco sottolinea come sia stato “determinante il lavoro svolto dalla cabina di regia costituita per il progetto con l’assessore alla Scuola Rossella Cestini, nella quale hanno dato una disponibilità e un contributo fondamentali il presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria di Città di Castello Enrico Sebastiani, i dirigenti scolastici Massimo Belardinelli e Marta Boriosi, gli uffici tecnici del Comune e della Provincia di Perugia”. Il convitto dell’istituto agrario, chiuso dal 2004, è stato individuato dal Comune nell’ambito di una ricognizione sul territorio finalizzata a incrementare le superfici a disposizione dei servizi di istruzione ed educazione per contrastare la diffusione dell’epidemia da Covid-19 e a reperire spazi necessari all’esecuzione degli interventi di edilizia scolastica programmati.

“Considerate la collocazione ottimale nel tessuto urbano del capoluogo e la disponibilità di aree verdi esterne, oltre alla presenza del servizio di ristorazione scolastica, abbiamo ritenuto che l’immobile potesse prestarsi efficacemente a un utilizzo sinergico da parte del Comune e della Provincia di Perugia, soddisfacendo le esigenze di spazi per l’asilo Cavour, al quale attualmente il Comune garantisce i locali a piano terra dell’ex seminario, e dell’Istituto Ugo Patrizi”, spiega Secondi che, evidenzia come la Fondazione Agraria di Città di Castello “abbia immediatamente accolto la richiesta di mettere a disposizione i locali e di farsi carico dei necessari lavori di miglioramento sismico”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: