Gio. Apr 22nd, 2021

Città di Castello: Lignani (Fd’I) interpella la Giunta sul numero di controlli effettuati dalla Polizia Municipale ai fini del rispetto delle regole anti Covid nei mesi di gennaio e febbraio e il numero di sanzioni elevate

Il sottoscritto Consigliere comunale,

                                           PREMESSO

che i dati epidemiologici del nostro comprensorio sono tra i più gravi dell’Umbria ed impongono situazioni tese non solo al monitoraggio ma anche al controllo

che il corpo della Polizia Municipale ha inasprito nell’ultimo mese azioni sanzionatorie per violazioni al codice della strada (divieto di sosta e eccessi di velocità tramite dispositivi elettronici mobili) sottraendo tempo al controllo del territorio inerente l”emergenza COVID

che oltre al corpo della polizia municipale devono operare ai fini di controllo e deterrenza, possibilmente non di repressione, anche le altre forze di Polizia e la Protezione civile

che a tal fine è stata depositata in Consiglio regionale una mozione da parte dei Consiglieri Marco Squarta ed Eleonora Pace finalizzata alla priorità cronologica dei volontari nella somministrazione del vaccino al fine di renderli operativi sul territorio e che medesima azione è stata fatta a livello nazionale dall’Onorevole Emanuele Prisco

                                                INTERROGA LA S.V.

a) sul numero di controlli effettuati dalla Polizia Municipale ai fini del rispetto delle regole anti Covid nei mesi di gennaio e febbraio e il numero di sanzioni elevate

b) sul numero di sanzioni elevate per violazione del codice della strada e di divieti di sosta effettuati dalla Polizia municipale nel medesimo periodo

c) sulla necessità di impiegare da parte della Polizia municipale  maggiori risorse umane e temporali al controllo anti Covid fino al periodo pasquale sottraendole alle altre funzioni sopra riportate

d) sull’opportunità di richiedere alla Regione un’immediata priorità di vaccinazione ai volontari della Protezione civile, come richiesto dai Consiglieri Squarta e Pace,  per renderli operativi sul territorio sia nella deterrenza che nella dissuasione e soprattutto nei servizi a persone in stato di necessità liberando così dall’incombenza la Polizia di Stato che si è cortesemente offerta nel nostro Comune per dette funzioni riaffermando per la medesima il ruolo più consono del controllo del territorio

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: