Gio. Apr 22nd, 2021

Campagna vaccinale covid 19: CGIL, CISL, UIL Alta Tevere, Sindacati Pensionati scrivono a Tesei

A qualche settimana dall’inizio della campagna vaccinale, preoccupa che la Regione Umbria non abbia ancora individuato tutti i punti di vaccinazione necessari per permettere la vaccinazione di massa dei propri cittadini.
Ne è un esempio l’Alto Tevere dove ad oggi non è stato ancora individuato il punto di vaccinazione per il territorio a nord di Città di Castello e per lo stesso centro storico, sono settimane che si parla di CVA, di Base Logistica e ora il Centro Servizi senza avere concrete risposte dalla Regione e dalla USL1, il centro di vaccinazione in oggetto dovrebbe far fronte ad oltre 40.000 persone ed è gravissimo l’assordante silenzio dei soggetti proposti a garantire la salute dei cittadini.


Grande preoccupazione è anche per la mancanza di personale professionalizzato, non è certo accettabile l’ipotesi che una volta aperti i necessari punti di vaccinazione non ci sia come ad oggi è, il personale sufficiente per avere un regime di vaccinazione di massa in tempi rapidi. Non accettiamo la scusa che manchi il vaccino , visto che l’Umbria è tra le ultime regioni nel rapporto tra dosi disponibili e dosi inoculate, e soprattutto è necessario al più presto predisporre il piano di vaccinazione in vista delle forniture massive previste a partire da fine marzo primi di aprile.

E’ necessario che la Regione e le ASL predispongano un piano vaccinale e che al più presto che venga portato a conoscenza della popolazione per incominciare a dare certezze ad una situazione pandemica gravissima e sempre meno sostenibile sul piano epidemiologico e sociale, far conoscere ai cittadini come le istituzioni si stanno muovendo per alleviarne le difficoltà è il primo dovere di una amministrazione pubblica, attendiamo una sua concreta risposta Dott.ssa Tesei non a noi ma ai suoi cittadini.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: