Gio. Apr 22nd, 2021

Verso le elezioni a Città di Castello: il coordinamento per il cambiamento ha incontrato Progetto Valtiberina. Tema del confronto il futuro del Valle umbra e Toscana

“Grande soddisfazione per l’incontro che si è tenuto giovedì 4 marzo tra le forze del Coordinamento per il Cambiamento (Castello Cambia, Movimento 5 stelle, Europa Verde, La Sinistra) e l’associazione Progetto Valtiberina intorno al documento PRIMAVERA 2021, per individuare metodi e proposte per il futuro della valle toscana e umbra. C’è sintonia sia nelle premesse sia nelle prospettive, con in primis la condivisa esigenza di un superamento delle barriere regionali per costruire politiche e pratiche in un’ottica di vallata. Quello che emerge dal documento (e su cui i membri del Coordinamento Arcaleni, Bucci, Villa, Paci, del Buono d’Ondes, Picchi – presenti all’incontro- convergono) è la necessità di una vera e propria rivoluzione culturale e di pensiero, che abbatta le barriere tra Amministrazione pubblica e società civile in nome di una azione su settori strategici condivisa e partecipata, nella direzione della sostenibilità ambientale e di una nuova centralità della persona, valori che dovranno andare a sostituire le logiche di mero, e miope, profitto che hanno guidato le scelte politiche ed economiche degli ultimi 20 anni. E’ la situazione storica presente a chiederci questa rivoluzione di pensiero e di azione. PRIMAVERA 2021 è un documento, per il nostro territorio, che costituisce un’ importante tappa in questo percorso.Coordinamento e Associazione si sono lasciati con la decisione di calendarizzare altri incontri per un confronto sui singoli temi contenuti nel documento, per elaborare una progettualità concreta rispondente ai problemi della realtà locale.Gli incontri che l’associazione Progetto Valtiberina sta avendo anche con altre forze politiche della valle (dal PD di Città di Castello ad altre forze sulla sponda toscana), ci fanno sperare in una nuova stagione di sinergie anche tra partiti e movimenti politici delle due regioni, sinergie  opportune se non necessarie per vincere insieme le difficili sfide che abbiamo di fronte.”

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: