Sab. Feb 27th, 2021

Covid-19 a Città di Castello: Bacchetta “ieri 1 guarito e 10 nuovi positivi, da registrare purtroppo anche il decesso di un tifernate”


“Dopo tre giorni nei quali il numero dei positivi è stato molto inferiore a quello dei guariti, i dati di ieri tornano purtroppo alla tendenza delle ultime settimane, con dieci nuovi casi di contagio da Covid-19 e una guarigione”. Il sindaco Luciano Bacchetta ha aggiornato così la situazione della pandemia a Città di Castello, aggiungendo: “abbiamo otto tifernati ricoverati in ospedale, di cui due in terapia intensiva, ai quali facciamo tanti auguri di pronta guarigione, ma purtroppo c’è stato un nuovo concittadino deceduto, per cui porgiamo alla famiglia le più sentite condoglianze”. “E’ evidente che la circolazione del virus sia ancora molto intensa, molto forte, molto presente e anche molto pericolosa, persino letale, a seconda di chi colpisce”, ha osservato il sindaco, ribadendo la necessità di “continuare a stare molto attenti”. “E’ iniziata la campagna di vaccinazione, c’è molta discussione, ci sono scetticismi e preoccupazioni, ma il vaccino è l’unica vera soluzione che abbiamo a disposizione per sconfiggere il Covid, considerando che tutte le norme e le prescrizioni in campo, per quanto possano essere efficaci e possano essere rispettate, anche in modo molto rigoroso come stanno facendo i tifernati, in realtà non risolvono il problema in modo radicale”, ha sottolineato Bacchetta. “Solo il vaccino può risolvere in modo radicale questa situazione e sconfiggere il Covid – ha rimarcato il sindaco – per cui dobbiamo essere tutti consapevoli che è nostro dovere civico accettare l’indicazione che abbiamo sull’esigenza di vaccinarsi”. In questo contesto, Bacchetta ha espresso auspici di pronta guarigione all’assessore regionale Luca Coletto, ricoverato in ospedale dopo la positività al Covid-19. “Teniamo molto a fargli i nostri auguri, la Sanità oggi è infatti il ganglio fondamentale della vita politica e amministrativa della nostra regione, visto che è chiamata a fronteggiare l’emergenza da Covid-19”, ha spiegato il sindaco, nell’evidenziare come “la campagna di vaccinazione presupponga un dispiegamento di forze e di comunicazione tale da rendere necessario che i livelli apicali della Regione siano in prima fila a combattere questa battaglia legata all’utilizzo del vaccino in maniera massiccia per tutta la popolazione”. Bacchetta ha concluso anticipando che “per il 31 dicembre, anche se non ci sarà la tradizionale festa in piazza al pari di tutte le iniziative pubbliche che con dispiacere abbiamo dovuto cancellare quest’anno, stiamo lavorando a un progetto che coinvolga i nostri cittadini, a cui parteciperanno moltissimi musicisti dell’Altotevere, alcuni dei quali molto conosciuti anche a livello nazionale”. “Sarà un modo per tentare di lanciare un messaggio di speranza nel futuro, affinché il 2021 si getti alle spalle tutte le vicende angoscianti del 2020 legate al Covid e all’emergenza sanitaria, economica, sociale e l’arrivo del vaccino ci consenta di poter tornare a fare una vita normale”, ha concluso Bacchetta.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: