Sab. Feb 27th, 2021

Città di Castello: oggi la conferenza di fine anno, si è svolta on line con diretta sulla pagina FB e sul canale You Tube del comune

“Ho deciso di parlare per il bilancio di questo anno dall’ospedale di Città di Castello, che è stato il centro dell’Emergenza sanitaria. Il Covid nel 2020 ha condizionato tutta la nostra vista, da ogni punto di vista” ha detto il sindaco tifernate Luciano Bacchetta nella conferenza di fine anno, che si è svolta on line con diretta sulla pagina FB e sul canale You Tube.

“Come Amministrazione ci siamo impegnati molto nell’appoggiare la struttura sanitaria in tutto il lavoro che ha compiuto fino dal lock down e da ultimo nella gestione del tracing attraverso il drive thought, per raggiungere gli obiettivi di contenimento del virus. Cogliamo con grande positività l’inizio della campagna di vaccinazione, che chiude questo anno. Lasciamo un bilancio sano: molte delle scelte che contiene sono state finalizzate ad aiutare le categorie economiche più colpite dalla pandemia. Consegneremo alla prossima amministrazione una situazione economico finanziaria in grado di sostenere le sfide del futuro. Sul fronte delle opere pubbliche ci siamo concentrati sulla piastra logistica: all’inizio del 2021 verrà pubblicato il bando e sarà la prima in Umbria ad essere attivata. Abbiamo completato i lavori su quella che sia chiama Piazza dell’Archeologia e che per volere del consiglio comunale diventerà Piazza delle Tabacchine. Anche la riqualificazione delle mura urbiche, iniziata sotto l’Amministrazione Cecchini, sarà completata. La strada e78 è stata inserita nelle grandi opere. Abbiamo attuato un grande programma di adeguamento sismico e riqualificazione dell’edilizia scolastica. Come provincia, è in dirittura d’arrivo l’intervento sull’Ippolito Salviani e in procinto di iniziare quello sul liceo Plinio. Anche sulla viabilità è stato compiuto un capillare intervento per renderle efficenti, la cui conclusione è prevista nei primi mesi del 2021. In quel periodo, se ci saranno le condizioni, dovrebbe svolgersi anche la Mostra su Raffaello Giovane, nell’ambito del Cinquecentenario, con importanti imprestiti, che sarà di grande lustro per la città. Il trasferimento del Lascito Mariani alla ASL 1 ci avvicina alla realizzazione delle due grandi strutture: il nuovo Centro per l’Alzheimer e la Casa della Salute che noi vorremmo presso l’ex ospedale. Ancora però la lotta al COVID è il primo impegno: dobbiamo compiere ancora un ultimo passo, la campagna di vaccinazione. Non possiamo abbassare la guardia, dal momento che nel territorio si è registrato un aumento delle positività. La pandemia non è alle nostre spalle: è importante continuare a rispettare tutte le indicazioni per uscire prima possibile da questa drammatica emergenza”.

Rispondendo ad una domanda dei giornalisti, il sindaco ha parlato della nomina del nuovo assessore, dicendo che “sarà una donna, dal profilo di grande valore. Probabilmente il nuovo membro della Giunta sarà ufficializzato prima della fine dell’anno”.

Cultura (Vincenzo Tofanelli). Aspettando di poter celebrare il Cinquecentenario di Raffaello, la Cultura a Città di Castello ha visto due importanti realizzazioni: PRIMA, la app unica dei musei, potenzialmente estendibile a tutta l’Alta Valle del Tevere, e la Pinacoteca come scuola, per ospitare gli alunni della primaria di Rignaldello. Due progetti di grande qualità che si sommano all’attività delle strutture a partire dalla Biblioteca Carducci che anche nel lock down ha garantito la fruizione dei suoi servizi a 4580 persone per 342 accessi tra Biblioteca e Sala Convegni. Nel periodo di chiusura è stato attivato il nuovo servizio di prestito a domicilio dei libri di cui si sono avvalse 85 persone. I prestiti sono stati 6.128, i nuovi iscritti sono stati 305, i libri catalogati sono stati 2.775. La Pinacoteca Comunale è stata la prima in Umbria a riaprire e con un accordo tra i due comuni è partito il biglietto unico per la Pinacoteca e il Museo Civico di Sansepolcro avendo una riduzione sui prezzi dei rispettivi biglietti di ingresso. A gennaio 2021 il comune pubblicherà un avviso per contributi economici alle attività culturali in presenza durante l’emergenza per Covid 19 nell’anno 2020.

Finanze (Vincenzo Tofanelli): Il bilancio 2020 è stato fortemente indirizzato ad aiutare cittadini e categorie economiche colpite dagli effetti del COVID. In particolare: invarianza fiscale anche per i servizi a domanda individuale, rimborso Tari fino a 16mila euro di Isee e copertura dell’aumento con risorse comunali, agevolazioni Cosap per esercizi pubblici e ristoranti. Il bilancio ha sostenuto rimanendo sano anche i costi più elevati per gli indispensabili adeguamenti strutturali informatici e telematici e l’abrogazione della TASI – che aveva già una applicazione limitata a “immobili merce” ed al suo assorbimento nella cosiddetta “Nuova IMU”, con lo stesso gettito accertato per il 2019 a titolo di IMU e Tasi. Il gettito del bilancio 2020 è pari a 7.392mila euro al netto della trattenuta dello Stato per 1,3 milioni.
Sono stati approvati i nuovi valori di riferimento per il calcolo dell’IMU sulle aree fabbricabili, aggiornati sulla base del nuovo piano regolatore generale nonché in riferimento ai valori di mercato attuali. Sull’Irpef, a gettito invariato, si è tornato alle aliquote differenziate per reddito e all’abbassamento della No tax area a 13mila euro.

Innovazione tecnologica (Riccardo Carletti) L’Emergenza sanitaria ha accelerato le tappe di progetti di innovazione digitale che l’assessorato aveva già avviato per semplificare il rapporto tra amministrazione e cittadini. Strumento di questa rivoluzione è il sito istituzionale, http://www.cittadicastello.gov.it, che ospita la piattaforma per le istanze on line, relative sia all’attribuzione di vantaggi economici sia per i servizi a domanda individuale. Grazie a questa piattaforma sono stati distribuiti i buoni spesa durante il lock down, con il supporto del numero unico per le informazioni 075 9002686 che ha accompagnato i cittadini nel passaggio alla nuova modalità, insieme all’azione di facilitazione ed assistenza del Digipass. Tutti i pagamenti sono stati digitalizzati così come i procedimenti edilizi per le imprese attraverso il Suape e il sistema di appuntamenti con gli uffici comunali da remoto. Questa rete ha permesso di continuare ad erogare servizi anche in regime di confinamento e alle assemblee, consiglio comunale e commissioni, di lavorare in videoconferenza con trasmissione streaming in una piattaforma dedicata e su you tube.

Turismo (Riccardo Carletti). Il Covid ha reso incompatibile con la lotta al virus qualsiasi forma di promozione tranne nel periodo estivo in cui è stata riproposte, nel rispetto del distanziamento sociale Estate in città. L’Amministrazione sta dunque proiettando le azioni nel futuro, partecipando a due bandi regionali per potenziare l’offerta, uno dei quali con il GAL. Durante la conferenza stampa è stata annunciata la Maratona musicale di fine anno, che dalle 22.00 di giovedì 31 dicembre 2020, accompagnerà i tifernati sull’emittente Tevere TV, fino alle 2.00 del 1 gennaio 2021. All’iniziativa, diretta dal maestro Fabio Battistelli, con il supporto tecnico di Giovanni Berghi, parteciperanno oltre cento artisti locali, tra cui Frankie NGR, che presenterà il suo ultimo singolo “Nuvole”.

Agenda Urbana (Riccardo Carletti, Rossella Cestini e altri). Alcune di queste innovazioni sono incardinate in Agenda Urbana, che per il 2021 ha in progetto lo sviluppo della app e delle infrastrutture turistiche. Ha preso il via il progetto più importante dal punto di vista economico circa € 1.300.000 della “Variante del Cassero”, la variante stradale che allontana il traffico veicolare dalle mura della città, con un percorso ciclo-pedonale e collegamento tra i parcheggi. Si è concluso l’importante progetto legato al sistema di tele-gestione della pubblica illuminazione dal valore di circa € 1.000.0000, volto all’efficientamento energetico, diminuzione dell’inquinamento e controllo da remoto. Si è concluso inoltre il progetto legato alla Digitalizzazione della Fototeca Tifernate mentre è iniziato l’iter di assegnazione dei lavori di Digitalizzazione degli esemplari più significativi della Biblioteca Comunale e della Biblioteca Franchetti, per un valore complessivo di € 120.000. In fase di approfondimento con due studi su trasporto scolastico e l’altro la futura Piazza Burri, il PUMPS, Piano urbano della mobilità sostenibile, fortemente legato agli assi di Agenda Urbana.

Servizi Sociali, Politiche di genere e Protezione civile (Luciana Bassini). Le misure a contrasto degli effetti dell’Emergenza sanitaria sui cittadini più vulnerabili sono stati una parte rilevante ma non l’unica del 2020. Ai 235mila euro a primavera e altrettanti con il bando attualmente aperto, per i buoni spesi, l’Amministrazione ha aggiunto il rimborso per la Tari 2019 con Isee pari a 16mila euro, gli aiuti alle famiglie numerose, i contributi regionali per i generi di prima necessità di Noinsieme e contro il divario digitale del Family Tech. Sono stati rivisti ed aggiornati i regolamenti dell’edilizia agevolata, sia case popolari che strutture per anziani, a cui ora si può accedere da 60 anni. Anche se il 2020 è stato dominato dal Coronavirus, l’Assessorato, grazie a soggetti sociali ed economici molto sensibili al tema, non ha dimenticato il dramma, che neppure la pandemia ha eliminato, della violenza sulle donne, inaugurando il centro antiviolenza di Città di Castello con le volontarie di Liberamente Donna. L’azione sul fronte sociale è stata a lungo parallela a quella della Protezione civile, specialmente nel periodo del lock down il Centro Operativo Comunale, COC, ha funto da punto di riferimento e coordinato tutta l’attività di contrasto e gestione dell’Emergenza. Nel 2021, superata, anche grazie ai vaccini, questa fase, per il welfare locale sarà prioritario indagare i nuovi disagi lasciati sul campo dalla pandemia e ripensarsi alle luce della mutata domanda di aiuto della società.

PRG ed edilizia (Rossella Cestini). Il 2020 è stato l’anno del nuovo prg, entrato in vigore ufficialmente il 17 marzo 2020. L’approvazione del PRG parte operativa, preceduto dall’analisi di oltre 300 osservazioni, che ha concluso il lungo percorso per dotarsi di un nuovo strumento urbanistico. Connesso a questo piano, è stato approvato anche la “Programmazione delle attività commerciali”. Nel 2021 verrà definito il Registro delle quantità edificatore in base alla perequazione, compensazione e alle premialità che sono alla base del Piano regolatore generale. E’ in corso di svolgimento la concertazione tra il Comune ed i soggetti attuatori per la nuova Dante. 220 i certificati richiesti per il Bonus fiscale. In corso studi di micro zonizzazione sismica nella zona di Regnano e Garavelle. Nell’edilizia privata è stato attivato il Portale digitale, SUAPE. I procedimenti trattati sono oltre 500, in linea con gli altri anni, ma è notevole aumento del numero di accesso agli atti derivante dalle agevolazioni di legge per le detrazioni fiscali (110%) e l’aumento del numero degli attestati di deposito delle agibilità. In vista di un incremento relativo alla conferma del bonus 110 per cento, l’Amministrazione potenzierà il personale.

Lavori Pubblici (Luca Secondi, vicesindaco). Lo stop alle attività indotto dalla pandemia ha penalizzato l’andamento di molti interventi in corso nel centro storico di Città di Castello. In particolare l’attesa era concentrata su Piazza dell’Archeologia, che diventerà Piazza delle Tabacchine con la sistemazione dei reparti murari, dell’area verde, e un primo allestimento di arredo urbano nel corso del 2021. E’ stato invece possibile cogliere l’obiettivo della Pinacoteca in cui sono terminati sia i lavori di sistemazione interna delle scale sia gli interventi esterni, con l’apertura del nuovo ingresso sul giardino e senza barriere architettoniche. Prosegue anche in questi giorni il capillare piano di riqualificazione della viabilità con circa altri 600 mila euro di lavori di asfaltature sul territorio. Nel 2021 si prevede l’inizio del cantiere sui CVA di Titta, Badiali, Europa 92, per 630mila euro complessivi. Partirà inoltre la seconda tranche della riqualificazione dell’edilizia scolastica in senso antisismico e di adeguamento generale, dalla quale saranno interessati i plessi di Promano, Userna, Scuola dell’infanzia Cavour.
Sia l’assessorato ai Lavori Pubblici che all’Urbanistica hanno condiviso con il consiglio comunale e l’assessorato alle Politiche sociali il percorso che sta portando il comune, primo in Umbria, a dotarsi del Peba, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Ambiente (Massimo Massetti). Oltre alle azioni del PUMS, il Comune sta sviluppando iniziative che stimolino la mobilità alternativa ed in particolare ciclopedonale e sulla salvaguardia e riqualificazione dell’habitat e delle sue risorse in particolare con un nuovo capitolato per la manutenzione del verde pubblico e delle piante nei siti comunali e la gestione della vicenda Colorglass e del sito contaminato di Trestina. Sul fronte internazionale Città di Castello ha un impegno in prima linea con l’adesione al Patto dei Sindaci per il Clima. Una realizzazione del 2020 importante è stata il gattile di Lerchi grazie alla donazione di un benefattore tifernate. Un capitolo a parte è la gestione dei rifiuti attraverso il polo ambientale di Belladanza. In questo anno è stata effettuata la manutenzione e la realizzazione di nuove reti di metano per circa € 650.000, tra cui la zona di Santa Lucia, in fase di conclusione.

Scuola e Nidi (Rossella Cestini). La missione del 2020 è stata dare continuità alla didattica in presenza e metterla in sicurezza laddove fosse autorizzata. Nidi, materne, primarie sono stati oggetto di un lungo lavoro di adeguamento all’Emergenza sanitaria nel corso dell’estate che ha permesso di ripartire in sicurezza anche grazie ad un testing permanente degli operatori del comune. Più complessa ma ugualmente a norma la riorganizzazione del trasporto scolastico per tratte superiori ai 15 minuti. Il Comune ha fatto tutto il possibile per mantenere bassa l’esposizione al rischio a scuola, ripensando anche le modalità della ristorazione scolastica e questo ha consentito di proseguire la didattica in presenza laddove i provvedimenti governativi lo autorizzavano. L’appuntamento è per il 7 gennaio 2021, che vedrà il ritorno al 50% delle scuole superiori in aula

Anagrafe. Gli 11 operatori dei servizi Anagrafe, Stato Civile ed Elettorale (fra cui uno nella sede distaccata di Trestina) nel 2020 hanno garantito continuità anche nella fase del lock down, essendo servizi essenziali e stanno lavorando all’attivazione della certificazione on line previsto a breve. Complessivamente nel corso dell’anno sono stati redatti n. 1.501 atti di stato civile comprendenti nascite, decessi, cittadinanze, matrimoni, separazioni e divorzi e n. 67 verbali di pubblicazioni di matrimonio (gli atti di nascita – iscritti e trascritti anche dall’estero e compresi i riconoscimenti e le adozioni – sono stati 386; per i decessi, gli atti formati per evento avvenuto all’interno del comune ed indipendentemente dalla residenza del soggetto deceduto, sono stati 619 oltre a 55 trascrizioni di eventi avvenuti fuori comune.

Sport (Massimo Massetti). Alcune iniziative sono state rivolte alla promozione di discipline come il calcio a 5 per il quale è stato messo disposizione il Palazzetto Sala A “Andrea Joan”. La gestione dell’impiantistica sportiva è stata penalizzata dal Covid ma è stata garantita la fruibilità da Polisport per gli impianti Stadio Bernicchi/Antistadio/Campetto ,campi Mattonata, Pescidoro, Via Engels, Palazzetto Sport “Andrea Joan” (Sala A e B) e Palazzetto Sport Trestina; palestre: Ipsct, Itcg, Ipsia, Pascoli, La Tina, Alighieri, S. Filippo, Trestina, impianti natatori, impianti per il tennis (all’aperto e coperti), impianto pista di atletica leggera, per un totale di n. 20 impianti. Gli impianti natatori nel complesso hanno effettuato 247 giornate di utilizzo con circa 37.800 presenze. Gli impianti del tennis, hanno ospitato le attività concesse dalla normativa per circa 300 giorni di utilizzo e circa 17.000 presenze. La pista di atletica “A. Monti” nel 2020, essendo l’impianto all’aperto è stato possibile svolgere le attività consentite per 215 giorni e ha visto la presenza, nell’arco del 2020, di circa 5.500 utenti.Il complesso dello Stadio Comunale “C. Bernicchi”, antistadio “A. Agostinelli” ed il campetto annesso sono stati utilizzate per circa 210 giorni e le presenze sono state circa 8.000. I campi sportivi Mattonata, Pescidoro ed il complesso sportivo di Via Engels costituito da Stadio, Antistadio e Campetto è stato utilizzato per un totale di 309 giorni con circa 7.690 presenze. Le palestre, compresi i Palazzetti dello Sport di Via Engels e di Trestina, sono stati utilizzati per un totale complessivo di circa 880 giorni con un numero di presenze di circa 38.450. Tra le iniziative la premiazione degli atleti che si sono distinti nelle varie discipline.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: