Lun. Mar 8th, 2021

Umbertide: l’unione fa la forza. Dal 1 gennaio 2021 Aimet cresce e confluisce in Energia Etica

L’unione fa la forza, rende più competitivi e in grado di fronteggiare meglio l’agguerrita concorrenza del mercato energetico e più efficienti nella gestione dei servizi offerti ai clienti.

E’ per questo che dal 1° gennaio 2021 diventerà realtà la fusione tra AIMET, ROTAGAS ed ENERGIA ETICA, progetto fortemente voluto dall’ing. Patrizio Nonnato e dalla sua family company ESA ITALIA, che già controlla le tre società.

A questo proposito l’ing. Nonnato ha incontrato, in modalità virtuale, i sindaci dei Comuni in cui AIMET è storicamente presente, Umbertide, San Giustino e Montone, per illustrare loro il nuovo progetto futuro ma anche per relazionarsi sulla possibilità di stringere accordi di collaborazione relativamente a progetti fondati su principi comuni, come la sostenibilità ambientale, l’abbattimento della CO2 e la mobilità elettrica. Da tempo infatti il ESA ITALIA è impegnata sulle tematiche del risparmio energetico e dello sviluppo sostenibile con iniziative, anche di tipo culturale, che coinvolgono in primis le comunità in cui il gruppo opera.

Impegno che proseguirà e si rafforzerà ancora di più nel 2021 quando AIMET, ROTAGAS ed ENERGIA ETICA si fonderanno in una realtà unica, ENERGIA ETICA, con sede legale a Milano, pur rimanendo saldamente ancorate ai territori in cui operano, attraverso gli sportelli locali e personale diretto.

AIMET quindi continuerà ad offrire i servizi di sempre ma con una marcia in più perché la fusione comporterà una maggiore competitività sul mercato italiano dell’energia grazie ad una migliore efficienza operativa e nell’approvvigionamento delle materie prime. E tutto questo si tradurrà in nuovi servizi per i clienti che potranno interfacciarsi con l’azienda anche attraverso modalità innovative.

Con l’incorporazione di AIMET e ROTAGAS, ENERGIA ETICA, che già da anni fornisce luce e gas attraverso un modello sostenibile e innovativo fondato sulla vendita di energia prevalentemente da fonti rinnovabili, potrà ampliare la propria presenza sul territorio nazionale, contando su 11 sportelli già aperti al pubblico dislocati in Umbria, Marche, Lombardia, Campania e Basilicata. L’operazione consentirà di consolidare ed accrescere un portafoglio attuale pari a circa 25mila clienti – di cui il 70% rappresentato da privati, il 25% da PMI e il 5% da segmento corporate – generando un volume d’affari di circa 14 milioni di euro. Un piano di sviluppo in fase di definizione che prevede investimenti per 15 milioni di euro e che mira ad un bacino di 100mila clienti nell’arco dei prossimi cinque anni.

“Con la fusione daremo vita ad una realtà fortemente competitiva, in grado di offrire ai nostri Clienti convenienza economica e nuovi servizi – ha affermato l’ing. Patrizio Nonnato, fondatore di ESA ITALIA e amministratore di ENERGIA ETICA – Grazie a questa nuova realtà, l’esperienza di AIMET esce dai confini regionali integrandosi con le altre società del Gruppo e diventando così un operatore a livello nazionale”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: