Dom. Gen 24th, 2021

Covid-19 a Città di Castello: Bacchetta “ieri 10 guariti e 9 nuovi positivi. Attenzione alta perché il virus circola in modo significativo’


“I dati che ci ha trasmesso ieri l’Usl Umbria 1 parlano di nove nuovi positivi al Covid-19 e di dieci guariti”. Lo ha dichiarato stamattina il sindaco Luciano Bacchetta, osservando come “accanto al trend, che si conferma, di numerose persone che guariscono, ci sia l’evidenza di un virus che continua a circolare in maniera significativa, dato che i nuovi postivi sono ancora molti, per cui dobbiamo continuare a seguire le prescrizioni e stare molto attenti”. “Abbiamo otto tifernati ricoverati nell’ospedale di Città di Castello, di cui una nella terapia intensiva Covid”, ha aggiunto il primo cittadino, rinnovando loro gli auguri di pronta guarigione, “perché vivono la vicenda del Covid-19 nella maniera più difficile di tutti”. Bacchetta ha aggiornato anche la situazione alla Muzi Betti, “dove la presidente Andreina Ciubini ci ha comunicato la guarigione di due positivi”, sottolineando “con soddisfazione e piacere una buona notizia, perché in questa struttura si trovano persone anche molto anziane, con rischi di contagio molto più elevati e possibili conseguenze ben più nefaste che altrove”. Il sindaco ha ricordato che “ieri sono stati accesi l’albero di Natale e le luminarie del centro storico, la cui installazione verrà completata oggi con via XI Settembre, nel quartiere San Giacomo dove la società rionale va ringraziata per il gesto assolutamente non dovuto di dare il proprio contributo alle spese che quest’anno l’amministrazione sostiene da sola vista anche la situazione degli operatori commerciali del cuore della città, e via San Florido, nel quartiere Prato dove la società rionale ha realizzato anche un albero di Natale e dove l’intervento dell’ente pubblico ha portato alla sistemazione della stessa via San Florido, piazza del Garigliano, al completamento dei lavori della Ex Fat e all’asfaltatura delle strade adiacenti la Pinacoteca comunale”. “Questi lavori – ha osservato Bacchetta – hanno reso il quartiere Prato ancora più appetibile e gradevole e penso ce ne venga dato atto da chi non è in malafede: i cittadini hanno occhi per vedere e intelligenza per capire”. “Nell’anno del Covid le luminarie renderanno il centro storico ancora più accogliente e più bello, un segnale che era importante dare nella direzione della solidarietà, dell’accoglienza e della serenità sotto le festività natalizie”, ha puntualizzato il sindaco. In conclusione il sindaco ha ribadito che, come già comunicato, “gli uffici dei Servizi Demografici saranno chiusi, presumibilmente fino a domattina, salvaguardando comunque le prestazioni essenziali, a seguito del caso di positività che si è verificato tra i dipendenti pubblici”. “Una situazione che può accadere e che ha portato alla chiusura dei locali nel rispetto delle prescrizioni da attuare in questi casi, che sono molto rigorose, perché gli addetti di questi servizi lavorano a contatto con il pubblico e bisogna essere prudenti”, ha osservato Bacchetta, che ha colto l’occasione per rivolgere alla dipendente risultata contagiata “gli auguri di pronta guarigione, con la speranza che non vi siano altri casi”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: