Sab. Gen 16th, 2021

Lascito Mariani: le parole di Bacchetta dopo l’incontro con il commissario straordinario USL 1 Umbria Gentili

“Nei prossimi giorni ci sarà il primo incontro ufficiale tra i rappresentanti del Comune di Città di Castello e dell’Usl Umbria 1 per mettere nero su bianco gli obiettivi finalizzati a utilizzare da subito le risorse economiche messe a disposizione dal lascito Mariani per i fini ai quali sono state destinate”. E’ quanto annuncia il sindaco Luciano Bacchetta all’indomani dell’incontro con il commissario straordinario dell’Usl Umbria 1 Gilberto Gentili, “che – sottolinea il primo cittadino – ha offerto una proficua opportunità di mettere a fuoco alcune questioni legate ai rapporti e alla collaborazione tra l’azienda sanitaria e il Comune tifernate”. “Per il lascito Mariani c’è un accordo tra Comune, Usl Umbria 1 e Regione finalizzato a un utilizzo rispettoso della vocazione sanitaria di queste importanti risorse generosamente messe a disposizione della nostra comunità, che era nella volontà della donatrici”, ha ricordato il sindaco. “Il primo obiettivo sul quale si è concordato di agire è quello della realizzazione immediata del nuovo Centro Alzheimer, una necessità assoluta e impellente soprattutto ai tempi del Covid, proprio perché la salute delle persone anziane, in particolare, va tutelata in modo assolutamente certo”. “Creare un nuovo Centro Alzheimer significa mettere a disposizione più ampi spazi, una struttura più moderna, sicura e accogliente”, puntualizza il sindaco. Il confronto con il commissario straordinario Gentili ha permesso anche di fare una valutazione sulla situazione dell’emergenza da Covid-19, con particolare riferimento all’occupazione degli spazi dell’ospedale di Città di Castello per l’allestimento dei posti letto per il reparto e la terapia intensiva Covid. “Le cose procedono in maniera complessa e difficile, perché il numero dei ricoverati continua a essere piuttosto consistente, visto che non ci sono solo tifernati, anche se la lenta, ma costante, decrescita dei casi di positività nel nostro territorio consente di guardare al futuro con una certa tranquillità”, ha riferito Bacchetta. “C’è stata una valutazione molto positiva del trasferimento del ‘drive through’ per i tamponi nel parcheggio del Centro Servizi di Cerbara – ha aggiunto il sindaco – che consente una maggiore capacità da parte degli operatori sanitari di poter lavorare in modo sereno, vista l’ampiezza degli spazi e dei luoghi a disposizione”.
CDCNOT/20/11/26/COMINLINEA/498/MB

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: