Sab. Mar 6th, 2021

Donne vittime di violenza: modello di intervento rapido ed accoglienza in strutture dedicate in piena sicurezza anti-Covid.

Donne vittime di violenza: modello di intervento rapido ed accoglienza in strutture dedicate in piena sicurezza anti-Covid.

La lotta alla violenza sulle donne non si è fermata neanche nell’attuale periodo di emergenza epidemiologica, durante il quale, nel nostro Paese, le segnalazioni delle vittime risultano aumentate.

Il numero 1522 anti violenza e stalking, i centri antiviolenza e le case rifugio sono sempre rimasti attivi, anche in Umbria, nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie previste.

E proprio per rispondere in maniera puntuale ed efficiente ai nuovi e specifici bisogni delle strutture di accoglienza nonché alle esigenze operative delle Forze dell’Ordine correlate alle misure anti-Covid, si è tenuta stamane, presso la Prefettura di Perugia una riunione dedicata svoltasi in modalità telematica.

Vi hanno preso parte, oltre ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine territoriali e dei Comuni di Perugia, Foligno, Città di Castello e Umbertide, anche il Direttore della Direzione regionale Salute e Welfare Luca Conti.

In tale circostanza, grazie al concreto impegno di tutte le Istituzioni ed Amministrazioni presenti, sono state definite le soluzioni alloggiative per l’isolamento fiduciario e per la quarantena delle donne vittime di violenza ed è stato, altresì, convenuto un “Modello di intervento rapido”, anche per consentire un percorso dedicato di screening sanitario.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: