Sab. Nov 28th, 2020

Percorsi multimediali e nuovi servizi per una Pinacoteca Comunale a misura di covid. Presentato in regione progetto da 236 mila euro

Multimedialità, maggiore comfort e rispetto delle normative anti Covid-19 vanno a braccetto alla Pinacoteca Comunale nel progetto di fattibilità tecnica ed economica da 236 mila euro approvato dalla giunta comunale per partecipare all’avviso della Regione Umbria finalizzato alla definizione di un programma di interventi di adeguamento per la fruizione post-Covid 19 di musei, teatri storici e istituti culturali pubblici. “L’obiettivo è di dare ulteriore impulso alla riqualificazione della Pinacoteca Comunale in occasione del Cinquecentenario della morte di Raffaello Sanzio, guardando a traguardi importanti, come l’ammodernamento dei servizi e il completamento del complesso espositivo a beneficio dell’offerta culturale rivolta ai visitatori, nel rispetto delle normative per il contenimento dell’emergenza da Covid-19 che richiedono oggi un nuovo approccio organizzativo nell’utilizzo dei musei”, dichiara il vice sindaco con delega ai Lavori Pubblici Luca Secondi. “Ottenere questo finanziamento, a valere sui fondi POR FESR 2014-2020 – spiega il vice sindaco – ci permetterebbe di dare continuità agli interventi di miglioramento della Pinacoteca comunale effettuati negli anni e ancora in corso, con la realizzazione del nuovo ingresso e della nuova biglietteria, nel contesto complessivo degli investimenti per il recupero funzionale del centro storico”. Il progetto che sarà presentato alla Regione prevede due direttrici fondamentali. La prima guarda all’adeguamento della Pinacoteca alle esigenze moderne legate alla fruibilità museale, anche in considerazione delle normative post-Covid: il percorso di visita sarà modificato per privilegiare lo snellimento e la scorrevolezza dei flussi di pubblico nelle sale più grandi, grazie a nuovi sistemi multimediali, che, attraverso pannelli didattici e proiezioni digitali in alta definizione su schermi retroilluminati, consentiranno una conoscenza dell’opera d’arte più accattivante e ampia, ma anche una mobilità più dinamica e fluida tra gli spazi espositivi, dove sarà migliorata anche l’illuminazione artificiale. La seconda direttrice di intervento riguarderà il miglioramento funzionale e la riqualificazione di alcuni spazi del museo, in particolare della ex limonaia, la cosiddetta “manica lunga” del complesso espositivo attigua al guardino all’italiana, dove, con l’idea di dividere l’attività convegnistica da quella museale anche nell’ottica delle disposizioni anti-Covid, sono previste la realizzazione di una sala conferenze dotata di sistema di videoproiezione e l’installazione di una caldaia per l’attivazione dell’impianto termico. Sarà, inoltre, riallestita l’area dell’attuale biglietteria, che sarà trasferita nell’originario ingresso prospiciente la nuova piazza dell’Archeologia, non appena saranno ultimati i lavori in corso. “Ancora una volta l’Ufficio Tecnico comunale è stato fondamentale con le proprie professionalità per consentire al Comune di concorrere a una importante opportunità di finanziamento”, sottolinea Secondi, nel ringraziare l’architetto Benedetta Rossi per aver curato la redazione del progetto.
CDCNOT/20/11/21/COMINLINEA/489/MB

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: