Sab. Gen 23rd, 2021

La guida al cimitero monumentale insieme alle raccomandazioni di sicurezza. A Città di Castello un 2 novembre tra Covid e cultura

In questo fine settimana dedicato alla Commemorazione dei Defunti gli operatori della cooperativa il Poliedro, insieme alle raccomandazioni di sicurezza, distribuiranno all’entrata del cimitero monumentale una guida storico artistica di questa struttura, nota in tutta Italia per il suo pregio “con l’intenzione di stimolare i cittadini ad osservarla meglio mentre visitano la tomba dei loro cari” spiega Matteo Ferri che si è occupato sia della ricerca storico-artistica, sia dell’ideazione e redazione della guida stessa. “Oltre che ripercorrere la storia del Cimitero, rappresenta uno strumento sintetico e funzionale per orientarsi facilmente tra gli affreschi e le sculture che arricchiscono la già imponente opera architettonica. Custodisce opere molto interessanti di artisti locali come Alessandro Bruschetti, Aldo Riguccini, Alvaro e Nemo Sarteanesi e del grande scultore Elmo Palazzi e di artisti noti a livello internazionale come il fiorentino Galileo Chini, Annibale Gatti ed Ezio Fantini”.


“L’iniziativa di realizzare questa Guida Storico Artistica del Cimitero Monumentale di Città di Castello – dichiara il vicepresidente della Cooperativa Federico Bianchini – nasce da un’idea interna e dalla ditta CESA in sede di presentazione delle proposte migliorative all’interno del progetto tecnico di gara di appalto per la gestione dei cimiteri, con l’intento di valorizzare e divulgare il patrimonio artistico del nostro cimitero urbano. La consapevolezza da parte dei cittadini delle ricchezze del patrimonio comune rappresenta anche il presupposto per il rispetto e la salvaguardia del patrimonio stesso. L’azione di valorizzazione e divulgazione prevede quindi la diffusione più ampia possibile della conoscenza delle ricchezze del patrimonio in questione”.
Il progetto si sviluppa attraverso una versione cartacea che “sarà disponibile gratuitamente presso il Cimitero Monumentale, la Pinacoteca e la Biblioteca Comunali e presso l’ufficio di informazione turistica già dal primo novembre di quest’anno in concomitanza con la festività della Commemorazione dei Defunti. Successivamente sarà resa disponibile a visitatori e turisti anche attraverso i siti del Comune di Città di Castello e della Cooperativa Il Poliedro e scaricabile facilmente su smartphone o tablet tramite codici QR collocati presso il cimitero stesso. Inoltre, al fine di divulgare le ricchezze storico culturali e artistiche del cimitero, la cooperativa Il Poliedro ha in programma di proporre una serie di visite guidate/percorsi didattici a tema da realizzare non appena sarà consentito e opportuno”.

Plaude all’iniziativa l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Secondi, per il quale “il rilievo del cimitero monumentale è un elemento da valorizzare perché il sito tifernate è uno tra i più rappresentativi del periodo in cui venne costruito ad onore dei benefattori che a suo tempo si impegnarono in questa opera. Una guida mancava e siamo certi che sarà molto apprezzata dai cittadini che in questi giorni si recheranno ai cimiteri. A loro voglio associarmi nel raccomandare il rispetto di tutte le misure di prevenzione del contagio perché anche in questo anno così particolare e difficile si possa fare visita ai defunti in modo ordinato e senza mettere a repentaglio la salute. Su questo fronte gli operatori vigileranno insieme ai volontari, sia presso il cimitero monumentale che nelle altre strutture dove sembri opportuno”.

CDCNOT/20/10/30/COMINLINEA/384/SSC

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: