Sab. Gen 23rd, 2021

Castello Cambia “la Regione abbandona l’exOspedale al suo destino: Bacchetta e la sua giunta collezionano l’ennesimo fallimento”

“La notizia circa la decisione della giunta Tesei di destinare ad altro uso i 3 milioni di euro “stanziati” per la ristrutturazione dell’ex ospedale di Città di Castello, fatta emergere dal consigliere regionale Bettarelli, conferma quanto da noi detto in questi anni: Città di Castello resta a bocca asciutta e Bacchetta e la sua giunta collezionano l’ennesimo fallimento.
“La promessa di ristrutturazione del vecchio Ospedale è stata infatti utilizzata come strumento di propaganda fin dal 2013- afferma la consigliera Arcaleni- quando all’indomani della sentenza della Cassazione che attribuiva il lascito Mariani al Comune, il sindaco Bacchetta annunciava “la somma andrà per il recupero dell’ex ospedale” legando indebitamente il destino del lascito a quello dell’ex ospedale cittadino già dismesso e progressivamente lasciato andare in rovina. Questi lunghi sette anni però sono passati senza che né lui né la sua maggioranza riuscissero a utilizzare i 3.700.000€ per i servizi sociosanitari dei cittadini, né a concordare con le giunte regionali “amiche” alcun concreto progetto di recupero e utilizzo dello stabile.
Davvero “brillante” il risultato odierno: sfuma qualunque progetto di ristrutturazione e contemporaneamente svaniscono i milioni giacenti nelle casse comunali da oltre sei anni, dato che sindaco e maggioranza hanno approvato a giugno in Consiglio l’atto che ha consegnato tutta la somma ad ASL senza alcun vincolo di destinazione rinunciando ad ogni capacità di controllo, malgrado gli appelli di chi, come noi, aveva evidenziato tutte le criticità di questa decisione.
L’immediato successivo accordo con la Regione presentato in pompa magna da Bacchetta ci era subito apparso quello che era in realtà: un atto vuoto di contenuti, ma ricco dei soldi che transitavano dal Comune alla Asl, garante la governatrice umbra, decisamente soddisfatta del risultato. Come darle torto: acquisiva quasi 4milioni di euro, senza alcun impegno di destinazione, né su ex Ospedale, né su altro.”
Ma, nel frattempo, i fondi regionali precedentemente destinati erano probabilmente già stati dirottati su altri progetti, nel silenzio e nell’indifferenza di chi in Regione avrebbe dovuto rappresentare le istanze del territorio che lo ha eletto.
“Come “Castello Cambia”- continua il capogruppo Bucci- fin dall’inizio della legislatura abbiamo evidenziato la scarsa volontà di intervenire su questa struttura da parte della Regione che con questo atto conferma l’indifferenza alle sorti delle strutture dell’ Altotevere sconfessando, nei fatti, anche gli annunci e la propaganda dell’Amministrazione Comunale. Crediamo che il Sindaco e la maggioranza abbiano fallito anche per l’arroganza di non aver voluto ascoltare i suggerimenti di chi come noi consigliava di contrattare con Asl e Regione l’uso finanziario dei milioni del Lascito per servizi sanitari ospedalieri e territoriali in contropartita rispetto all’intervento di ristrutturazione del vecchio Ospedale.
Ora non resta che farsi carico di una protesta istituzionale che veda protagoniste tutte le forze, per riportare il territorio dell’Alta Valle del Tevere al centro dell’impegno della Regione e per definire impegni concreti in grado di recuperare i ritardi con cui la politica di ieri e di oggi ha penalizzato servizi e strutture essenziali del nostro territorio.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: