Ven. Ott 30th, 2020

Celebrata a Città di Castello la 70° giornata nazionale per le vittime di incidenti sul lavoro

“Celebrata a Città di Castello la 70° Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, “a cui il Comune non poteva mancare” ha detto l’assessore Rossella Cestini, che è intervenuta all’iniziativa presso il monumento in viale Vittorio Emanuele Orlando con il il presidente regionale AMNIL Claudio Bargelli, il presidente provinciale Alvaro Burzigotti, il consigliere provinciale Roberto Cecci, i membri ANMIL Giulio Bianconi, Pietro Burzigotti, Giannini, Grottola, Rosa Derosa. “Gli incidenti sul lavoro sono un triste fenomeno che non risparmia l’Umbria e il nostro territorio. E’ importante che l’associazione e le istituzioni, anche se in un periodo particolare, in cui il COVID detta le priorità in termini di prevenzione, non arretrino su questo fronte di civiltà. Per questo ringrazio di aver inserito Città di Castello nella mappa delle località dove ricordare alla pubblica opinione, con un deposito simbolico delle corone, il dramma degli incidenti sul lavoro perché l’attenzione anche normativa non diminuisca. L’Emergenza sanitaria con la destrutturazione produttiva che purtroppo sta causando può generare il rischio di un allentamento sul fronte della sicurezza sul lavoro, sacrificato in nome di uno stipendio o in una lotta tra poveri per qualche giornata di lavoro. Non possiamo permetterlo se vogliamo continuare ad essere una grande democrazia occidentale”. L’associazione AMNIL aveva organizzato manifestazioni in forma ridotta in diversi comuni dell’Umbria: Perugia, Spoleto, Pontevalleceppi, Magione, Umbertide e appunto Città di Castello.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: