Mar. Ott 27th, 2020

Covid 19 a Città di Castello: Bacchetta “3 nuovi positivi, piuttosto giovani e senza collegamento tra di loro. Nessun concittadino ricoverato nel reparto covid”


“A Città di Castello abbiamo tre nuovi positivi tifernati, tutti piuttosto giovani e senza collegamento tra loro, quindi siamo in presenza di casi che vanno attentamente monitorati”. E’ quanto dichiara oggi il sindaco Luciano Bacchetta, nel confermare le informazioni già anticipate ieri sera nella seduta del consiglio comunale. “Passiamo da 21 a 24 positivi residenti a Città di Castello, più due persone domiciliate”, puntualizza il primo cittadino, nel chiarire che “è stata attivata la verifica della catena epidemiologica dei nuovi contagiati, i quali sono tutti peraltro a casa, in isolamento domiciliare, e non necessitano delle cure dell’ospedale, dove il reparto Covid-19 ospita a oggi 11 pazienti, nessuno dei quali tifernate”. “Il reparto Covid-19 dell’ospedale di Città di Castello risponde a esigenze regionali, per cui accoglie persone provenienti da altri territori”, ribadisce Bacchetta, che riferisce di come “si stia lavorando molto per realizzare una struttura più robusta in terapia intensiva, non certo per un non auspicabile aumento dei casi di contagio, ma per prevenire di più e meglio eventuali emergenze che si possano verificare”.

“Anche se nel nostro territorio sembra non dare al momento criticità particolari, il Covid è imprevedibile – rimarca il sindaco – e gli ultimi casi testimoniano che esiste una dinamica da tenere sotto controllo per quanto possibile, con l’attivazione di tutte le precauzioni, a cominciare dalla ricostruzione dei rapporti e delle relazioni delle persone positive, che, avendo una vita privata e una professione, possono essere entrati in contatto con più soggetti nel corso degli ultimi giorni”. Nel richiamare l’attenzione sul cambiamento della normativa che riguarda le positività, con la diminuzione del numero di giorni di isolamento domiciliare e il bisogno di un solo tampone negativo per certificare l’uscita dalla positività, Bacchetta osserva come queste modifiche “siano dettate dal fatto che il virus abbia mutato alcune delle proprie caratteristiche, ma continua ad avere un forte impatto e va affrontato con la dovuta prudenza e la necessaria cautela”. Bacchetta informa, quindi, che “da lunedì 12 fino a mercoledì 14 ottobre l’Agenzia delle Entrate di Città di Castello resterà chiusa per la sanificazione dei locali, che, nell’ottica della prevenzione anti-Covid, è uno dei tanti strumenti importanti finalizzati a garantire la salute dei lavoratori e dei cittadini che frequentano questi uffici”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: