Gio. Ott 22nd, 2020

Decoro urbano: Procelli (la sinistra) interroga la Giunta

Giovanni Procelli, capogruppo della Sinistra, nel consiglio comunale di Città di Castello di lunedì 28 settembre, ha detto “la città è in sofferenza perché c’è mancanza di educazione della gente che ci abita verso gli altri cittadini. Ci sono atti vandalici a danno delle mura, sia per il bene architettonico che per i proprietari delle case a ridosso. L’opera di imbrattamento è continua Le insegne toponomastiche sono molto diverse, indicazioni con colore o materiali diverse. Si sta provvedendo a sostituirle ma troppo raramente quindi c’è un pourpurri di insegne. L’iniziale del nome talvolta suscita dubbi sull’intitolazione. L’uso della plastica non si confà alla storia della nostra città eil materiale si degrada. Anche gli sportelli delle utenze industriali spesso sono vandalizzate. Ci sono porte, finestre e aperture senza autorizzazione. Chiediamo di intervenire nelle scuole per favorire la crescita della coscienza civica nei giovani. Anche le famiglie dovrebbero intervenire. Sostituiamo le targhe di plastiche con quelle calcaree e indichiamo nome, cognome e qualifica. Sensibilizziamo i cittadini per migliorare il decoro della città”. Nella replica l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Secondi ha detto che “la videosorveglianza verrà utilizzata anche per evitare gesti che deturpano il patrimonio pubblico. Ci sono già sanzioni amministrative e per i beni vincolati c’è anche il penale. Le targhe che devono essere inserite devono rispondere specialmente nel centro storico ai criteri della Soprintendenza. Questi vincoli non c’erano in passato e si è creata una situazione variegata che ora si andrà a normalizzare. Giusto inserire il nome nella sua completezza. L’indicazione sarà inoltrata agli uffici. Sulla sistemazione degli sportelli, il suo documento verrà segnalato a Umbria Acque e agli altri gestori per sostituire quelli fatiscenti”. Nella replica Procelli si è augurato che “queste migliorie non costose siano realizzate. Troppo volte abbiamo detto e non fatto”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: