Sab. Ott 31st, 2020

Caos Consiglio comunale a Città di Castello: Castellari (Lega) si dimette, Massetti (PD) va nel Misto

Cambia la geografia del consiglio comunale di Città di Castello dopo il passaggio di Vittorio Massetti dal PD al Gruppo Misto che così risulta formato da Gaetano Zucchini, capogruppo, Marcello Rigucci, consigliere ex Lega, Marco Gasperi, consigliere ex capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Luciano Domenichini, consigliere ex PD. Anche Marco Castellari si è dimesso da capogruppo della Lega: lo ha annunciato il presidente del consiglio Francesca Mencagli anche se non si è proceduto alla surroga nella seduta in corso. Vittorio Massetti ha formalizzato la sua decisione nelle comunicazione della seduta di lunedì 28 settembre 2020 con una lettera in cui spiega i motivi: “Rimarrò iscritto al partito democratico nonostante la dirigenza locale del partito denoti a mio parere atteggiamenti autoreferenziali e cesaristici tesi a restringere l’attività politico-istituzionale a poche persone ad una ristretta cerchia. Anche il gruppo consiliare del Partito Democratico, originariamente costituito da otto consiglieri dopo la mia uscita ed adesione al gruppo misto resterà di soli cinque consiglieri. Una fotografia attuale che testimonia un involuzione politica che ha portato il PD tifernate ad arroccarsi su vecchie logiche esclusive che cercano di allontanare tutti coloro che non obbediscono agli input e alle direttive di pochi che decidono o vorrebbero decidere anche per altri. In questo Pd locale, in questo gruppo consiliare non mi riconoscono più”. Anche Marco Castellari ha affidato il suo addio al consiglio ad lettera di cui riportiamo un estratto: “A causa di impegni lavorativi sempre maggiori, con la consapevolezza e l’umiltà di non poter più svolgere ad oggi appieno il mio ruolo di consigliere comunale, sempre nel pieno rispetto del mandato dei cittadini tifernati, ho quindi deciso di fare un passo indietro per il bene della Lega, che così facendo potrà avere un consigliere comunale a tempo pieno, e dei tifernati che potranno quindi contare in un rappresentante sempre in prima linea. La politica è una passione che deve animarci ogni giorno qualunque ruolo si ricopra, non deve essere un indegno sostituto del duro lavoro”.
Nuova geografia del consiglio. A fronte di questi passaggi la geografia del consiglio comunale risulta articolata così: il Gruppo del PSI conta 6 consiglieri: Vittorio Morani, capogruppo, consiglieri Benedetta Calagreti, Luigi Bartolini, Tiziana Croci, Filippo Schiattelli, Ursula Masciarri. Il Gruppo PD con 5 consiglieri: Mirco Pescari, capogruppo, consiglieri Luciano Tavernelli, Francesca Mencagli, Massimo Minciotti, Letizia Guerri; Giovanni Procelli, capogruppo La Sinistra. Oltre al Gruppo Misto con 5 componenti, Tiferno Insieme due componenti: Nicola Morini, capogruppo, e Vittorio Vincenti, consigliere, Castello Cambia con 2 consiglieri: Vincenzo Bucci capogruppo e Emanuela Arcaleni consigliere, la Lega con 1 consigliere che subentrerà con la surroga del dimissionario Castellari, Cesare Sassolini, capogruppo di Forza Italia, Andrea Lignani Marchesani, capogruppo di Fratelli d’Italia.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: