Mer. Lug 28th, 2021

PD “Amministrazione Carizia spaventata ed inerme: occorre rendere le scuole funzionali alla ripresa,  e servono aiuti alle  imprese e cittadini in difficoltà”

“Le opposizioni hanno proposto di bloccare i tributi comunali e questa amministrazione ha solo spostato la terza rata dal 1 al 4 dicembre (3 giorni) prendendo in  giro i cittadini e al solo scopo di rimediare ad un errore amministrativo che avevano commesso.Abbiamo proposto con le  risorse che si libereranno con la rinegoziazione dei mutui  stabilita dal governo (circa 800.000 euro) di rivedere l’

irpef per i redditi più bassi e di creare un fondo per imprese e famiglie in difficoltà e questa amministrazione ha detto ancora una volta no.A Città  di Castello il partito del “nostro” Sindaco ha proposto di annullare la Tari per i mesi di chiusura per tutte le imprese e attività commerciali. È poca cosa (per tre mesi saranno circa 70.000 euro) ma sempre meglio di niente. Poi è evidente che occorrerà  prevedere una riduzione almeno per tutto il 2020 della Tari e delle altre imposte comunali  per le attività commerciale e per le famiglie colpite dall’emergenza economica seguita a quella sanitaria.Ma questa amministrazione è immobile e spaventata. E vorremmo sapere a che punto sono gli investimenti per la ripresa a settembre delle attività scolastiche.  Le aule sono state adeguate per i distanziamento necessario, gli istituti sono tutti dotati della strumentazione che servirà.Ad Umbertide il governo ha già concesso 107.000 euro per i buoni spesa, ha consentito la rinegoziazione dei mutui che comporterà risorse libere per 800.000 euro.
In più  vi sono soldi risparmiati per i servizi scolastici  non effettuati e varie attività annullate per Covid-19,  insomma qualche centinaio di migliaia di euro.Ma questa amministrazione è inesistente ed inerme.È ora di fare qualcosa. Ad Umbertide l’amministrazione in questa fase di emergenza sanitaria si è limitata a fare annunci dal salotto della propria abitazione. Non ha preso una iniziativa.
Dobbiamo solo ringraziare i tanti cittadini  imprese e associazioni che con le loro donazioni hanno consentito alla Protezione civile di consegnare DPI ai presidi sanitari del territorio.Anche i servizi sono stati in Lockdown. Bastava guardare i monumenti alla resistenza infestati dalle erbe, i marciapiedi e le aree verdi in giro per la città.È una vergogna.
È ora di muoversi e di accettare il confronto.le opposizioni,  il PD, hanno dimostrato di esserci con proposte e buona volontà, esattamente ciò che manca a chi ci amministra”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *