Ven. Nov 27th, 2020

Eventi culturali, musicali ed artistici in spazi aperti con modalita’ “drive-in”: mozione dei consiglieri PD, Vittorio Massetti e Letizia Guerri

“Allestire e progettare eventi culturali, cinematografici, di musica e spettacolo attraverso spazi attrezzati modello “drive-in”, con palco-scenici, mega schermi e impianti di amplificazione. Ma anche la messa in onda attraverso piattaforme online streaming di spettacoli musicali, teatrali e performance artistiche dal vivo, attraverso l’utilizzo da parte degli artisti e dei lavoratori dello spettacolo, di spazi oggi vuoti come i teatri e i cinema Una risposta efficace e in sicurezza, al blocco completo di tali attività. Il tutto dovrà essere ad impatto zero, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie illuminotecni-che, energia rinnovabile, materiali ecosostenibili, bagni auto-igenizzanti”. E’ questa in sintesi la proposta contenuta in una mo-zione presentata dai consiglieri del Partito Democratico, Vittorio Massetti e Letizia Guerri. “L’emergenza Coronavirus ha determi-nato una crisi economica e sociale importante con un impatto mol-to forte anche nel settore della Cultura e dello spettacolo. Un setto-re che ha subito l’effetto del lockdown e che dovrà, nei prossimi mesi, necessariamente confrontarsi con le disposizione relative al-le norme anti contagio. Abitudini radicate – precisano Massetti e Guerri – nella nostra cittadinanza come andare al cinema o teatro, o godersi, soprattutto durante il periodo estivo, le tante manifesta-zioni e attività di intrattenimento, che il calendario normalmente of-fre nel nostro Comune, inevitabilmente muteranno. L’impatto, con la pressoché totale cancellazione di eventi e manifestazioni, anche in termini economici, rischia di essere tanto più grave perché le esigenze di distanziamento renderanno particolarmente difficile nei prossimi mesi, qualsiasi ipotesi di ritorno alla cosiddetta normalità. Ci sono e ci saranno difficoltà per le varie rassegne cittadine, per il settore delle proiezioni cinematografiche, le compagnie teatrali e di danza, il teatro, il mondo degli spettacoli, della musica live ed altre attività similari, con una filiera di settore oggi in ginocchio. Una problematica dal doppio risvolto, economico e sociale, per questo è necessario in questo momento ripensare al modello di fruizione della Cultura e degli eventi. Far sì che si possa tornare a produrre e consumare Cultura e intrattenimento in sicurezza”. “La proposta avanzata in questa mozione – proseguono – è quella di cambiare le modalità tradizionali della fruizione delle sopracitate attività cultu-rali e di intrattenimento al fine di adeguarle alle normative di con-trasto al Covid-19. Allestire e progettare eventi culturali, cinemato-grafici, di musica e spettacolo attraverso spazi attrezzati modello “drive-in”, con palcoscenici, mega schermi e impianti di amplifica-zione. Ma anche la messa in onda attraverso piattaforme online streaming di spettacoli musicali, teatrali e performance artistiche dal vivo, attraverso l’utilizzo da parte degli artisti e dei lavoratori dello spettacolo, di spazi oggi vuoti come i teatri e i cinema Una ri-sposta efficace e in sicurezza, al blocco completo di tali attività. Il tutto dovrà essere ad impatto zero, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie illuminotecniche, energia rinnovabile, materiali ecoso-stenibili, bagni auto-igenizzanti.” “Fondamentale, sarà il coinvolgi-mento oltre che degli operatori culturali e commerciali, così come delle tantissime associazioni locali, di produzione culturale, musica-le, teatrale, che animano il tessuto cittadino e che nel tempo hanno fornito la loro collaborazione alla riuscita di iniziative e
delle edizioni di “Estate in Città”. Una soluzione già adottata da numerose città in tutto il Paese da Roma a Palermo, da Cagliari al-la
più vicina Norcia che risponda quindi agli standard di sicurezza le-gati alle norme disposte per fronteggiare l’emergenza sanitaria ma che permetta di tornare a vivere in sicurezza la Cultura, lo spetta-colo, la musica live, il teatro già dalle prossime settimane. “Con queste motivazioni, Il Consiglio Comunale di Città di Castello – si legge nella mozione a firma Massetti e Guerri – da mandato al Sin-daco ed alla Giunta di farsi parte attiva per proporre, individuare progettare, adeguati spazi all’aperto da destinare alla fruizione dei sopracitati contenuti culturali e di spettacolo nella modalità “drive-in” così come la messa in onda degli stessi contenuti, performace live attraverso piattaforme online streaming, con il coinvolgimento degli operatori locali del settore. Chiede che vengano poste in es-sere tutte le azioni necessarie a partire dalla sicurezza sia sul di-stanziamento sociale che di fruibilità più larga possibile al fine di realizzare nei tempi più brevi strutture capaci di essere utilizzate per le diverse esigenze, compatibili per intrattenimento cinemato-grafico, musicale, teatrale all’aperto, secondo le normative di con-trasto al covid-19”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: