Mer. Nov 25th, 2020

Emergenza Coronavirus: Bacchetta “conferma 0 positivi. Fase due simile a fase uno. Faremo il possibile per riaprire orti e parchi. Stop nazionale su cimiteri”

“L’aggiornamento di oggi conferma l’assenza di nuovi positivi e possiamo essere piuttosto soddisfatti della situazione. La Fase Due si è rilevata molto simile alla Fase Uno. Da qui a qualche giorno poco cambierà. L’Amministrazione farà tutto quello che nei prossimi quindici giorni – dal 4 maggio al 18 – potrà fare per alleggerire la situazione dei cittadini. Già nei prossimi giorni verranno riaperti gli orti sociali con un disciplinare di garanzia per la tutela della salute dei visitatori, riapriremo immediatamente i parchi con i controlli necessari, con il distanziamento sociale e senza assembramenti. La responsabilità anche penale di questa aree è dei sindaci: i tifernati si sono comportati bene e quindi meritano, anche per i bambini che speriamo presto, prima del 4 maggio se possibile, i parchi e le aree verdi tornino fruibili almeno per il genitore con i figli. Per quanto riguarda i cimiteri, c’è una disposizione rigorosa che non ne prevede la riapertura. Aspettiamo il via libera e ci dispiace molto. La misura naturalmente riguarda tutto il territorio nazionale e quindi anche Città di Castello. Tutto quello che è possibile lo stiamo organizzando. E’ importante consentire, dopo dure mesi di quarantena, qualche attività e allentare la tensione. I numeri della pandemia a Città di Castello sono tranquillizzanti con solo 36 positivi, un numero dimezzato in meno di 10 giorni. La situazione è migliorata ed è doveroso affrontare la fase nuova con uno spirito diverso. Le persone hanno dimostrato di meritare fiducia, c’è stata una grande autodisciplina, come dimostrano le poche sanzioni. Anch’io speravo che i provvedimenti del Governo prevedessero l’abolizione di molte delle misure più sacrificanti, questo è avvenuto solo in parte, per validi motivi immagino. Ci limiteremo ad attuare la normativa. Anche l’uso delle mascherine verrà disciplinato in modo diverso. Il messaggio che arriva dai dati del COVID di Città di Castello è tranquillizzante ma vanno ancora migliorati con le guarigioni per poter garantire quanto prima la sicurezza della popolazione”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: