Dom. Nov 29th, 2020

Biblioteche innovative l’international campus Patrizi Baldelli Cavallotti si qualifica come scuola capofila dell’Umbria

“ Poli di biblioteche scolastiche per la promozione del libro e della lettura”, questo l’avviso per il bando promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione per il potenziamento della Biblioteca Multimediale, uno strumento fondamentale di supporto alla didattica oltre che centro di informazione e consulenza per stimolare e promuovere il piacere alla lettura. E l’istituto professionale International Campus Patrizi Baldelli Cavallotti di Città di Castello, che ha aderito al bando, ha saputo distinguersi sul territorio classificandosi primo in Umbria e diventando così Istituzione scolastica capofila del Polo regionale di biblioteche scolastiche. Con il progetto LIB(E)ERI TUTTI l’istituto tifernate, già polo per l’inclusione per l’ambito Umbria1, ha presentato la propria biblioteca innovativa anche all’insegna dell’apertura alle fasce più deboli come l’infanzia, la disabilità, gli anziani e le donne che hanno subito violenza. Frutto di un protocollo in rete siglato con enti e istituzioni scolastiche, L’International Campus Patrizi Baldelli Cavallotti, referente del progetto, crea un partnerariato importante che vede coinvolti come scuole afferenti l’Istituto Tecnico Economico e Professionale Casagrande Cesi di Terni, L’istituto Comprensivo Perugia 14, il Primo Circolo Didattico con la scuola San Filippo di Città di Castello, L’Istituto Comprensivo Alberto Burri Di Trestina, la Direzione Didattica statale F.T. Bufalini e l’Istituto Compresivo Leonardo Da Vinci di San Giustino. Il progetto si realizzerà con il potenziamento della biblioteca multimediale di un considerevole patrimonio digitale, che permetterà una fruizione pubblica anche in orario extrascolastico, con la creazione di un Centro Multilingue per il prestito o la consultazione in loco dei materiali e di isole linguistiche con risorse per l’apprendimento; ma sarà possibile usufruire anche di kids corner ricchi di materiali per i più piccoli e di una sezione di letteratura specialistica incentrata sul plurilinguismo e sull’apprendimento degli adulti. Saranno attivati spazi dedicati allo scambio linguistico e agli incontri con gli autori per promuovere il dialogo e ridurre i pregiudizi e favorire il background culturale, il tutto attraverso significative collaborazioni anche con gli enti e le associazioni del territorio, con eventi e iniziative rivolti a tutta la cittadinanza. Un traguardo significativo anche per il Dirigente Scolastico dell’International Campus Patrizi Baldelli Cavallotti, la professoressa Marta Boriosi, la quale afferma: “Un risultato che ci gratifica, peraltro confermato anche dalla graduatoria nazionale che ci vede 14esimi e che ha erogato il finanziamento a soli 20 istituti d’Italia, una “ vittoria” che in qualche modo va a coniugarsi con la recente Festa del libro e in un momento sociale particolarmente difficile in cui anche la “ didattica a distanza” e l’implemento delle risorse digitali diventano una risorsa ed un’opportunità per tutto il pubblico sia scolastico che cittadino. Ma quello che mi preme sottolineare è il fatto che questa vittoria è di un istituto professionale, che ha da sempre una vocazione per le competenze richieste dal mondo del lavoro ma che in questo momento lancia un messaggio importante è cioè che la professionalità si sostanzia di cultura e questa passa per i contenuti e dunque anche per la lettura”. L’amministrazione comunale di Città di Castello attraverso il sindaco, Luciano Bacchetta e l’assessore ai Servizi Scolastici ed Educativi, Rossella Cestini, “manifestano soddisfazione per questo importante risultato raggiunto dall’Istituto tifernate che testimonia la validità delle proposte didattiche dei programmi che l’’Istituto Patrizi Baldelli Cavallotti ed in genere tutte le scuole del territorio stanno portando avanti con grande professionalità proprio in questo momento di particolare difficoltà a livello nazionale”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: