Mer. Nov 25th, 2020

FAVOLE AL TELEFONO! Un regalo di Rodari per questi giorni

L’idea è venuta all’Associazione MEDEMwww.medem.it) a metà marzo pensando a cosa poter fare in questo momento in cui i bambini sono a casa e alcuni degli attori della compagnia hanno più tempo libero, cosa poter fare a distanza… “Favole al telefono” calzava ottimamente, tanto più che ricorre quest’anno il centenario della nascita di Gianni Rodari. L’idea è semplice: chi vuole si prenota via whatsapp e una squadra di 40 lettori è pronta a telefonare per raccontare una delle 70 favole.L’iniziativa ha raccolto un grande consenso: durante i primi quattro giorni (dal 15 al 18 marzo) sono state gestite oltre 460 favolose prenotazioni, nella seconda settimana (dal 22 al 25) le telefonate sono state oltre 540… al termine si contano circa 1.330 favolose telefonate (oltre 110 al giorno).Molte sono state richieste da parte dei genitori per i figli, ma alcuni hanno anche pensato di regalare una favola ad altre persone, magari come sorpresa. A onor del vero, in questa particolare situazione, una favola è stato un allegro ed economico regalo di diversi compleanni, ma anche tra fidanzati lontani… oppure un pensiero dai figli ai genitori soli e lontani. Sono state raccontate storie a bambini di tutte le età: dagli 8 mesi ai 90 anni. I confini geografici non rappresentano un problema e le favole hanno raggiunto tutta Italia, ma anche l’estero (Berlino e Lussemburgo), in alcuni casi con favole in inglese e francese.Un immenso abbraccio nazionale che ha scaldato il cuore di chi ha ricevuto le telefonate e di chi le ha fatte. Una favola al telefono è un bel modo per sentirsi più vicini, soprattutto in questo momento, è un modo per esserci per gli altri e gustare il piacere di leggere e raccontare storie come e più di sempre.L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con lettori volontari della compagnia teatrale MEDEM insieme agli amici di Malakos, La Sarabanda Teatro di Perugia, Laboratorio TeASTRAle di San Giustino, L’associazione “Genitori insieme per” di Umbertide, l’Associazione “L’Albero” di Melfi e tanti altri amici…  L’evento è inserito nel calendario ufficiale del centenario della nascita di Gianni Rodari.Di iniziative simili ne sono nate tante, la caratteristica di MEDEM è stata quella di cercare di fare rete, fin da subito le date erano state scelte in staffetta con Damatrà di Udine, passandosi un ideale testimone. Dopo MEDEM l’iniziativa è passata a Fosforo: e AGESCI di Pesaro, chissà dovve approderà ancora?Con tanta soddisfazione, aggiungo al comunicato di stamattina che “FAVOLE AL TELEFONO” arriva in Francia! Abbiamo appena saputo che il progetto verrà replicato da Bordeaux dalla compagnia Les Apprentis Sorciers. Con MEDEM ci siamo messi a disposizione come lettori in italiano per la comunità italiane in Francia.  Al momento MEDEM sta valutando come e se riprendere in mano il testimone di “FAVOLE AL TELEFONO”, intanto l’iniziativa di Errevutì “FAVOLE ALLA RADIO”, condotta da Alessia Martinelli, ne é una sorta di scia e presenterà due favole a settimana: a Pasqua e Pasquetta e i Sabati e le Domeniche a seguire per tutta la durata della quarantena, dando un volto ad alcuni dei favolosi lettori di questa avventura. Gli orari varieranno di volta in volta in base alla programmazione e verranno comunicati attraverso i social della radio nei giorni precedenti.  Intanto dalla collaborazione con Errevutì è nato FAVOLE ALLA RADIO, una rubrica condotta da Alessia Martinelli, che é una sorta di scia di “FAVOLE AL TELEFONO” e presenterà due favole di Rodari a settimana: a Pasqua e Pasquetta e i Sabati e le Domeniche a seguire per tutta la durata della quarantena, dando un volto ad alcuni dei favolosi lettori di questa avventura. Gli orari varieranno di volta in volta in base alla programmazione e verranno comunicati attraverso i social della radio nei giorni precedenti. 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: