Lun. Set 28th, 2020

Musica al San Donato in concerto il chitarrista Raffaello Ravasio, domenica 9 febbraio dalle 16,30

Proseguono anche questo fine settimana i concerti di “Musica al San Donato”, la stagione di musica in ospedale che l’Associazione Le 7 Note di Arezzo organizza in collaborazione con l’Azienda USL Toscana Sud Est.

Domenica 9 febbraio, alle ore 16.30 presso l’Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato di Arezzo (Via Nenni 20/22, ingresso libero) si esibirà in concerto il chitarrista Raffaello Ravasio, in un recital incentrato sul repertorio per chitarra sola di autori spagnoli, con musiche di De Narvaez, Tàrrega, Alfonso El Sabio, De Falla, Rodrigo, Albéniz. Un modo per raccontare la chitarra come strumento emblematico della grande tradizione iberica.

Raffaello Ravasio ha iniziato lo studio della chitarra con Abramo Comandini, vincendo giovanissimo il Primo Premio alla Rassegna Musicale Internazionale di Urbino, il Primo Premio al Trofeo Internazionale Città di Casarza Ligure ed altri secondi e terzi posti in concorsi nazionali e internazionali. Ha continuato gli studi musicali con Maurizio Cerqua all’Istituto Musicale Pareggiato “Lettimi” di Rimini, diplomandosi, poi, a pieni voti al Conservatorio di Bologna sotto la guida di Piero Bonaguri. Successivamente ha conseguito con lode il Diploma Accademico di II Livello presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Rimini ed, in duo con la flautista Rossana Fani, ha seguito un corso di alto perfezionamento in musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha seguito masterclasses di Alfonso Borghese, Aldo Vianello, Leo Witoszynskyj e Piero Bonaguri. Ha inciso brani di Villa-Lobos per Radio Vaticana ed è stato solista con alcune orchestre e quartetti d’archi (Quartetto Oida di Arezzo, Orchestra dell’Istituto Pareggiato “Lettimi”). Come solista ed in formazione cameristica ha suonato in Italia e all’estero (Philarmonic Music Center di Dubai, Fresno City College e West Hill College in California, Casa Italia Zerilli-Marimò della New York University, Gallerie des Luthières di Lione, Café de La Mer di Montecarlo). Delle sue esecuzioni è stato scritto che ‹dà “voce” all’anima iberica della chitarra in tutta la sua inimitabile poesia ed espressività, regalando emozioni difficili da restituire con le parole› (Corriere dello Spettacolo). Allo studio della chitarra ha affiancato uno studio musicologico laureandosi in Discipline delle Arti Musica e Spettacolo (DAMS) all’Università di Bologna. E’ docente di chitarra al Liceo Musicale “Francesco Petrarca” di Arezzo. Alcuni compositori contemporanei gli hanno dedicato brani solistici per chitarra sola e chitarra insieme ad altri strumenti. Tra i compositori con i quali ha collaborato alla nascita di nuove musiche vi sono Fabio Mengozzi, Marco Reghezza, Giovanni Scapecchi, Roberto Tagliamacco, Paolo Ugoletti, Andrea Vezzoli. Alcuni di questi brani sono stati pubblicati (Edizioni musicali Ut Orpheus). Ha inciso tre dischi (Edizioni Aldebaran, Editions Habanera).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: