Mer. Giu 16th, 2021

Dal 3 al 9 giugno 2019 “Aperti al MAB. Musei Archivi Biblioteche ecclesiastici

Dal 3 al 9 giugno 2019 si svolgerà l’iniziativa nazionale “Aperti al MAB. Musei Archivi Biblioteche ecclesiastici”, che punta a dare risalto al ruolo centrale svolto da ogni Istituto culturale nel proprio territorio e in particolare con la sua comunità.
Il progetto è promosso dall’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI insieme all’Associazione musei ecclesiastici italiani (AMEI), all’Associazione archivistica ecclesiastica (AAE) e all’Associazione dei bibliotecari ecclesiastici italiani (ABEI), con il patrocinio del coordinamento MAB-Italia Musei Archivi Biblioteche e in collaborazione con l’International archives day e con le Giornate nazionali dei musei ecclesiastici.
Musei, archivi e biblioteche ecclesiastici potranno partecipare all’iniziativa promuovendo, in raccordo tra di loro o anche come singoli istituti, aperture straordinarie, visite guidate, mostre, seminari o convegni per mettere in luce il loro stretto legame col territorio e la comunità locale. Queste istituzioni culturali, infatti, sono spazi dal valore storico e culturale, per la crescita di relazioni umane e per l’evangelizzazione, dove la cultura favorisce l’incontro tra le diverse fedi religiose e lo scambio di esperienze.
Anche l’Archivio Storico Diocesano di Città di Castello aderisce al programma, con una iniziativa dal titolo “Conservare la memoria. Cinque anni di restauri nell’Archivo Storico Diocesano di Città di Castello”. Nel corso della conferenza il dott. Stefano Mastriforti, restauratore, illustrerà i lavori di conservazione e restauro condotti nel quinquennio 2014-2018 e che hanno permesso di salvaguardare una importante documentazione storica, oggi meglio conservata e quindi anche più facilmente consultabile dagli studiosi.
La conferenza, aperta a tutti gli interessati, si terrà mercoledì 5 giugno, alle ore 17.30, nella sede del Seminario Vescovile, in Pomerio San Girolamo 2 a Città di Castello.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *