Mer. Giu 16th, 2021

Il laboratorio teatrale del Liceo Plinio il Giovane presenta: TESPI and Co. Città di Castello, Teatro degli Illuminati 10 maggio 2019

Il laboratorio teatrale del Liceo Plinio il Giovane presenta:
TESPI and Co.
Un’antologia della storia del teatro
II° volume: La nascita del teatro moderno
adattamento testi e regia Enrico Paci
con
con Jacopo Bernicchi, Cora Bianchini, Andrea Konnye Cennini, Sara De Santi, Gregorio Dozzini, Sofia Gabriele, Benedetta Giulietti, Rocco Mazzà,
Annalisa Migliorati, Alexandra Elena Pichiu
grafica Paolo Belleri
Città di Castello, Teatro degli Illuminati
10 maggio 2019

ore 9 e ore 11 spettacolo per le scuole
ore 21 spettacolo per la cittadinanza

in collaborazione con MEDEM associazione culturale – compagnia teatrale
Il teatro racconta le passioni, le paure, le ambizioni dell’uomo dall’antichità a oggi. Una storia del teatro è quindi un condensato della storia dell’umanità, dal punto di vista più intimamente antropologico. Approfondire questo aspetto all’interno del laboratorio teatrale costituisce un forte arricchimento sia per i ragazzi che hanno partecipato al laboratorio sia per quelli che assisteranno allo spettacolo.
Con questa idea è nato lo scorso anno il progetto TESPI and Co. con il quale abbiamo dato avvio a un racconto della storia del teatro distribuito in tre anni. Siamo partiti con il teatro classico greco e latino mettendo in scena alcuni adattamenti di tragedie e commedie. Quest’anno proponiamo opere e generi che hanno portato alla nascita del teatro moderno. Dalle sacre rappresentazioni medievali alla commedia dell’arte fino a Molière, Shakespeare e Goldoni. L’ultimo anno sarà dedicato alle avanguardie del Novecento.
Il titolo (Tespi) è preso in prestito dal nome del primo attore, forse leggendario, della storia. Il primo uomo che ha sentito il bisogno di salire su un palco, un vecchio carro che trasportava in giro per la Grecia, e condividere con degli spettatori storie ed emozioni. Quel bisogno di condivisione è l’eredità che l’uomo e attore Tespi ci lascia e che chi fa teatro cerca, con fatica, di portare avanti.
Queste le opere utilizzate nel secondo volume della nostra antologia:
CANTO da Ufficio della Resurrezione, Anonimo (XI/XII secolo)
DONNA DE PARADISO, lauda drammatica di Jacopone da Todi (XIII/XIV secolo)
IL MAESTRO PATHALIN, farsa di Anonimo francese (1464 circa)
DUELLO TRA CAPITANO SPAGNOLO E CAPITANO NAPOLETANO
da “Gli amorosi Inganni” di Vincenzo Belardo (1609)
DIALOGO DI AMORE E SDEGNO (Anonimo, sec. XVII)
L’AVARO di Moliere (1668)
LA LOCANDIERA di Carlo Goldoni (1752)
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE di William Shakespeare (1595 circa)
MACBETH di William Shakespeare (1606 circa)
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *