Mer. Dic 2nd, 2020

Sfida di cartello al palavolley: arriva la Emilbronzo 2000 Montale Rangone, Piccini Paolo spa alla ricerca di una vittoria che non significhi solo prestigio

Per l’orgoglio e ovviamente per la classifica, che ancora concede qualche chance. La Piccini Paolo spa torna fra le mura amiche del PalaVolley (sabato 6 aprile e per l’ultima volta, quest’anno, alle ore 17, perché contro Macerata si giocherà alle 21 su disposizione della Lega) per la sfida di cartello della 23esima giornata della Serie B1, che la mette di fronte alla Emilbronzo 2000 Montale Rangone, l’unica squadra finora in grado di sovrastare nettamente quella nerofucsia. Nel match di andata in terra modenese, lo scorso 15 dicembre, le emiliane non hanno sbagliato praticamente nulla, dimostrando in maniera inequivocabile di essere una formazione completa e forte in ogni reparto e infliggendo a Tosti e compagne un 3-0 sul quale c’è stato poco da discutere. Diciamolo francamente: Montale Rangone non ha proprio niente da invidiare, sul piano tecnico e delle individualità, alla capolista Macerata, che però guida con 7 punti di vantaggio e già prima di Pasqua potrebbe festeggiare il salto in A2 grazie alla maggiore continuità dimostrata. La fuoriclasse Taismary Aguero è l’atleta più rappresentativa e ancora in grado di fare la differenza a 42 anni, ma ricordiamo che compone la diagonale assieme a Lidia Bonifazi, regista proveniente dalla A2; al centro, Elena Fronza e Laura Bandieri sono senza dubbio conosciute a queste latitudini, alla pari della schiacciatrici Martina Brina e Serena Vece e del libero Francesca Severi. Le ragazze della Piccini Paolo non hanno perciò alcun bisogno di essere spronate: è la caratura dell’avversaria a farlo, con assieme la voglia di tornare alla vittoria e di riscattare più sconfitte: quella di dicembre e quelle più recenti, entrambe maturate al tie-break. Capitan Silvia Tosti è stata chiara quando ha detto che metteranno in campo tutte le energie che hanno in corpo per realizzare una fra le più belle imprese di stagione, Montale permettendo: difesa, muro e battuta dovranno di conseguenza funzionare meglio del solito per sperare di piegare un complesso davvero ben organizzato. E il compito è affidato al 6+1 divenuto oramai fisso: Benedetta Giordano in regia, Giorgia Silotto opposto, Valentina Mearini e Francesca Borelli al centro, Silvia Tosti e Carlotta Romani alla banda e Nayma Galetti libero, con Stefania Betti e Laila Leonardi a disposizione. Per gli sportivi, la penultima gara interna diventa un appuntamento da non perdere, anche per incitare una squadra femminile che continua a disputare un campionato senza dubbio positivo. Una coppia mista romana è stata chiamata a dirigere il match: primo arbitro è Livia Azzolina e secondo arbitro Marco Gasparrini.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: