Mer. Dic 2nd, 2020

“ASPETTANDO CHE SPIOVA” di Gianluca d’Agostino al teatro ASTRA di San Giustino

La seconda edizione della rassegna “IN VIAGGIO A TEATRO” organizzata dal teatro ASTRA di San Giustino in collaborazione con MEDEM prosegue venerdì 05 aprile con un vero viaggio nel teatro.

Avremo l’onore di ospitare Gianluca d’Agostino che presenta:
“ASPETTANDO CHE SPIOVA”
Scritto e diretto da Gianluca d’Agostino
Aiuto regia Rossella Amato
Con Luigi Credendino e Gianluca d’Agostino
Scene di Carmine De Mizio
Musiche ed effetti audio di Davide Pasquale Mascoli
Durata 1 h Lo spettacolo è adatto ad un pubblico di tutte le età

“Non voglio essere il protagonista di una storia inventata, preferisco un ruolo da figurante, ma in una vita vera. Io voglio una vita normale”

Fonte di ispirazione per il testo è l’universo Pirandelliano in generale, ma anche alcune delle opere tra Cecov e Shakespeare. Un gioco di teatro nel teatro, utilizzato per analizzare il rapporto tra realtà e finzione e per approfondire la funzione del teatro e dell’arte in genere, ma anche per puntare una lente di ingrandimento sulla condizione psicologica in cui vivono molti attori e non solo ai giorni nostri.
Al centro del palco c’è la trappola più subdola e insidiosa in cui possa cadere un attore: il rischio di essere risucchiato dal personaggio, di piombare nel vuoto della finzione, rimanendo incastrato nel ruolo che riveste. La realtà fuori dal palcoscenico diventa qualcosa di estraneo, di sconosciuto, di folle ed alienante; le storie, le più grandi storie mai raccontate, sono invece l’unica verità concepibile, un rifugio, una certezza, mentre l’esistenza di personaggi fuori dall’ordinario, da Otello ad Arlecchino, non sono più l’abito di un artista, ma la sua epidermide.
Sono due le storie raccontate contemporaneamente.
La prima è quella di due uomini molto diversi tra loro: un custode di un palazzo ed un manager, i quali durante un acquazzone dalle proporzioni bibliche, si trovano a ripararsi per un’ oretta abbondante, sotto lo stesso arco di un androne di un palazzo d’epoca. Avranno una occasione forzata di mettersi a confronto. Intanto la pioggia che incombe è presagio di qualcosa di misterioso.
La seconda è la storia dei due attori che interpretano questi personaggi.
Un temporale fa da sfondo alla performance. Crea il clima, l’atmosfera di tensione e di malumore di fondo, ancor prima che avvenga tutto. Il diluvio è metafora di un mondo (il teatro) che si avvia verso il capolinea. Il presagio di una catastrofe; di qualcosa, che è più grande di noi e che non potremmo mai gestire.

Teatro ASTRA – San Giustino (PG), via citernese 1/B
Venerdì 05 aprile – ore 21,15
Ingresso unico euro 7
Info e prenotazioni: 0758569506 – info@astrazioni.net

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: