Dom. Giu 20th, 2021

PD: “Aumenta la tassa sulla pubblicita’ Dopo le odiose multe a carico di commercianti e artigiani per le vetrofanie, le tasse sulla pubblicità non dovevano diminuire?”

 
“Pagare tutti, per pagare di meno” era questo lo slogan del Sindaco e del suo assessore al Bilancio di fronte alle polemiche per le multe a carico di commercianti e artigiani per le vetrofanie pubblicitarie sulle vetrine.
A quanti facevano notare che di fronte alla crisi che investe il settore del commercio nella nostra città, questo inutile balzello andava a peggiorare la situazione di quanti ancora resistevano, il Sindaco con insano ottimismo minimizzava e dichiarava che si trattava di un’azione di equità che avrebbe comportato una diminuzione della tassazione. Non solo non ci sono atti o regolamenti che affrontino questo problema, ma con la delibera n° 58 del 6 marzo 2019 la Giunta Comunale modifica l’imposta sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni: queste ultime vengono aumentate del 20%, mentre l’imposta sulla pubblicità del 10%. In Consiglio Comunale chiederemo conto di ciò, perchè poco o tanto che sia è il segno che non c’è la minima attenzione nei confronti del comparto del commercio, non solo non ci sono idee e progetti di rilancio, ma dove si può intervenire alleggerendo il carico delle imposte, si decide di aumentarle.
Le dichiarazioni fatte sono solo chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *